Iconica, quando Torino era capitale moda

Un percorso tra gli atelier storici, con abiti e bozzetti

(ANSA) - TORINO, 17 SET - Abiti, bozzetti, immagini che raccontano la storia inedita che ha consacrato Torino capitale della moda. Una città che pullulava di piccole sartorie e grandi atelier: da Sanlorenzo alla Naide, sopra il caffè Platti, dove si poteva incontrare Marella Agnelli, alle sorelle Cappa in via Pietro Micca. Torna dal 19 al 23 settembre Iconica, format nato con l'obiettivo di avvicinare il pubblico alle storie di personaggi diventati icone del nostro tempo: dalla moda all'arte, dalla letteratura alla musica, dal cinema al design.
    Il tema della seconda edizione - realizzata col patrocinio di Regione Piemonte, Camera di Commercio e Città di Torino, sponsor Azimut - è 'Atelier. Torino artefice dell'eleganza'. La mostra, a ingresso gratuito, si svolge in otto sale di Palazzo Chiablese che hanno ospitato Paolina Bonaparte e la regina Margherita di Savoia: si potranno ammirare 32 manichini con abiti iconici, ma anche un importante nucleo - mai esposto prima - di schizzi originali di cappelli della modista Pina Cerrato.
   

      RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

      Video ANSA