Perelman, boss di Revlon, scarica arte sul mercato

Grande Femme di Giacometti offerta privatamente a 90 milioni

(ANSA) - NEW YORK, 22 OTT - Il boss della Revlon Ron Perelman scarica capolavori sul mercato dell'arte: una monumentale scultura di Alberto Giacometti, "Grande Femme I" dell'artista svizzero, è offerta in questi giorni in vendita attraverso Sotheby's con una stima minima di 90 milioni di dollari.
    Nell'ambito di una ristrutturazione per far fronte ai contraccolpi finanziari del coronavirus il 77enne miliardario dei cosmetici si è già liberato di capolavori della sua collezione ammassata con l'aiuto di galleristi come Larry Gagosian. Il Giacometti, alto 2,75 metri, è uno dei gioielli della corona della raccolta, valutata al suo massimo tre miliardi di dollari e ricca di un migliaio di pezzi tra cui importanti Jeff Koons, Richard Serra, Cy Twombly, Joan Miró e Henri Matisse.
    Perelman ha offerto la scultura anonimamente, ma la sua identita' e stata rivelata dall'agenzia Bloomberg. La formula usata per l'asta è inconsueta. A un gruppo "scelto" di potenziali clienti è stata data la possibilità di puntare in segreto a patto che l'offerta fosse superiore ai 90 milioni.
    Tutte le proposte di acquisto ricevute entro il 27 ottobre saranno revisionate da Sotheby's e la più consistente si aggiudicherà il Giacometti. (ANSA).
   

      RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

      Video ANSA




      Modifica consenso Cookie