Politica
  1. ANSA.it
  2. Politica
  3. Frana Ischia, Musumeci: 'Condoni da rivedere'. Pichetto: 'In galera chi lascia costruire'

Frana Ischia, Musumeci: 'Condoni da rivedere'. Pichetto: 'In galera chi lascia costruire'

Il ministro dell'ambiente attacca i sindaci. Dura risposta del presidente Anci, Decaro

"Sulla necessità di procedere alla firma di ordinanze per l'abbattimento di case abusive, soprattutto quelle realizzate in zone ad alto rischio, serve una dotazione finanziaria". Lo ha detto il ministro per la Protezione Civile e le Politiche del mare, Nello Musumeci. "Molto spesso i sindaci hanno difficoltà ad attivare persino i mezzi meccanici che debbono eseguire l'abbattimento. È una materia complessa e difficile. Noi non possiamo e non dobbiamo lasciare soli i primi cittadini in questa situazione", ha proseguito.

"Prima diamo dignitosa sepoltura alle, purtroppo, ulteriori vittime e poi parliamo di responsabilità e anche di correttivi perché la normativa attuale ha bisogno di interventi concreti e qualche volta anche radicali", ha risposto Musumeci ad una domanda sui condoni concessi in Italia. "Bisogna fare una netta distinzione tra chi ha aperto una finestra in più e non doveva aprirla e l'abuso di chi ha costruito un villino sulla spiaggia o in una zona ad alto rischio come è accaduto purtroppo ad Ischia - le parole del ministro -. È una materia complessa che sarà al vaglio del governo col concorso di diversi ministeri per trovare una sintesi".

Contro l'abusivismo edilizio "basterebbe mettere in galera il sindaco e tutti quelli che lasciano fare", perché "i sindaci non devono lasciare costruire", ha detto il ministro dell'Ambiente e della Sicurezza energetica, Gilberto Pichetto (FI), a Rtl 102.5. Sulla demolizione della case abusive, proposta dal governatore della Campania, Vincenzo De Luca, il ministro ha detto: "io confischerei quello che è abusivo, e poi andrei a vedere caso per caso".

"Se il ministro Gilberto Pichetto Fratin si riferisce a quanto accaduto a Casamicciola - replica il sindaco di Lacco Ameno, Giacomo Pascale, alle parole del ministro dell'Ambiente - credo che non sappia di cosa stiamo parlando. Se il discorso è in generale faccia una legge che prevede l'arresto dei sindaci. Se pensa che così risolve il problema proceda subito". "Resto incredulo per la sua affermazione - ha aggiunto - soprattutto perché da Meloni a Sangiuliano, a Crosetto ci sono stati tutti vicini. Non capisco nel momento in cui governo nazionale e quello regionale ci stanno mostrando massima vicinanza. Sono basito".

"Il commento del ministro Pichetto Fratin sulla tragedia di Ischia - ha affermato il presidente dell'Anci, Antonio Decaro -, mentre ancora si cercano i dispersi e si contano le vittime, è di una volgarità inaccettabile e denota una grave ignoranza dell'argomento. Siamo sicuri che non rappresenti la linea del governo sul tema annoso e drammatico del dissesto idrogeologico del nostro territorio, delle sue responsabilità, e di chi e come ci si possa mettere riparo".

"Bisogna garantire accanto al sindaco una costante presenza dello Stato perché spesso dietro l'abusivismo edilizio ci sono le organizzazioni criminali", ha detto poi Musumeci commentando le parole del ministro Pichetto Fratin. "Può capitare a tutti di essere fraintesi - ha aggiunto -. Viviamo ogni giorno sul filo del rasoio".

"Un certo modo fare politica non trova nulla di meglio in queste ore, in cui si è consumata una grave tragedia, che aggredire gli avversari politici: questa non è politica è sciacallaggio". Così il leader M5s, Giuseppe Conte, in un video intervento in cui risponde agli attacchi per la norma sul condono ad Ischia contenuta nel decreto Genova.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Video ANSA



Modifica consenso Cookie