Terremotati, "ancora senza giornali"

Visso, Castelsantangelo, Ussita pronti a rivolgersi a Procura

(ANSA) - CASTELSANTANGELO SUL NERA (MACERATA), 30 DIC - Alle popolazioni terremotate di Visso, Castelsantangelo sul Nera e Ussita continua ad essere "negato il diritto all'informazione": i giornali ancora non arrivano. A sollevare di nuovo la questione sono proprio gli stessi abitanti dei tre centri a ridosso dell'Appennino marchigiano duramente colpiti dagli eventi sismici del 2016. Hanno deciso di rivolgersi, attraverso una lettera aperta, ancora una volta al presidente della Regione Marche Luca Ceriscioli e agli assessori Moreno Pieroni e Angelo Sciapichetti. "Siamo a fine anno e dei giornali non se ne vede traccia e sono passati quasi due anni al rientro della popolazione" hanno sottolineato. Ricordando gli impegni che i vertici della Regione avevano preso nei loro confronti proprio per ripristinare il servizio di consegna dei quotidiani e dei periodici "entro la fine dell'anno". I firmatari della lettera sperano comunque in uno "scatto finale del presidente Ceriscioli e degli assessori e che nell'ultimo giorno di questo 2019 il servizio venga ripristinato". Se con il 2020 i giornali continueranno a non arrivare in questi tre centri i cittadini annunciano nuove iniziative: "Ci rivolgeremo alla procura della Repubblica", ricordando che quello "dell'informazione è un diritto sancito dalla Costituzione".(ANSA).

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA




Modifica consenso Cookie