Sanità: prelievo di organi nel Policlinico di Messina

Il paziente in vita aveva già espresso consenso a donazione

(ANSA) - PALERMO, 31 LUG - Un nuovo prelievo di organi è stato effettuato nell'azienda Policlinico 'Martino' di Messina, grazie alla generosità della famiglia di un paziente, il quale già in vita aveva espresso, al momento di rinnovare il documento di identità, la propria volontà che i congiunti hanno ora rispettato: Sono stati prelevati il cuore, fegato e reni e le cornee, inviate alla Banca degli Occhi di Mestre. Il prelievo ha richiesto il coinvolgimento di un'équipe multidisciplinare, a lavoro per ore con i colleghi provenienti da altre strutture italiane. "È anche questo un segno di rinascita - dice Francesco Puliatti, responsabile del coordinamento per la donazione ed il trapianto organi e tessuti del Policlinico - dopo la fase più acuta dell'emergenza sanitaria legata al Covid-19 che ha inevitabilmente bloccato l'attività delle donazioni, che a inizio anno aveva registrato un importante picco. Mi auguro che questa generosità possa andare anche al di là dell'emergenza Covid, traducendosi con costanza in un fondamentale gesto d'amore qual è la donazione degli organi. Ringrazio la famiglia del donatore per l'enorme sensibilità dimostrata e l'azienda Policlinico per il continuo impegno sul fronte della cultura delle donazioni ed anche il personale della rianimazione e tutti i professionisti che sono stati coinvolti nell'espianto", conclude. (ANSA).
   

      RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

      Video ANSA


      Vai al Canale: ANSA2030
      Vai alla rubrica: Pianeta Camere



      Modifica consenso Cookie