Sicilia

Covid: Cappello (Cepell), accelerato cambio consumi cultura

Metamorfosi in atto da comprendere e governare

(ANSA) - MARSALA, 01 OTT - "La pandemia ha accelerato il modificarsi dei consumi culturali ed editoriali degli italiani, sono cambiate anche le biblioteche, è esploso il prestito digitale con nuove modalità e funzioni del prestito. Il grosso cambiamento è avvenuto all'interno dei due grandi termini di cultura: il libro e la lettura". E' l'analisi fatta all'ANSA dal direttore del Centro per il libro e la lettura (Cepell) del Mibac, Angelo Piero Cappello, intervenuto a margine di un incontro nell'ambito della manifestazione culturale "Tempo futuro, possibile sostenibile" organizzato da "38° Parallelo" a Marsala.
    Secondo Cappello, l'oggetto "libro è esploso, dialoga con tutto il web ed è cambiato ontologicamente, è in dialogo ininterrotto con la rete a tutti i livelli. L'oggetto del libro - ha aggiunto - si è trasformato, non è più né l'oggetto di carta né l'audiolibro, ma qualcosa che sviluppa convergenze multisensoriali". C'è stata insomma "una metamorfosi nel libro e nella lettura, che va affrontata, siamo immersi in essa. Se non la cogliamo ne saremo travolti invece di individuarne le dinamiche e indirizzarle", indica Cappello rivolgendosi a tutti gli attori coinvolti, "autore, editore, distributore e lettore che si può approvvigionare in varie forme come digital devices, librerie, canali alternative, prestiti a distanza, prestiti digitali e altro". (ANSA).
   

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA


        Vai alla rubrica: Pianeta Camere



        Modifica consenso Cookie