Sardegna

Lavoro: in due anni +9000 contratti a tempo indeterminato

Inps, quasi 200 posti in meno in altre tipologie rispetto a 2019

(ANSA) - CAGLIARI, 16 SET - Quasi novemila contratti a tempo indeterminato in più in Sardegna tra il 2019, anno pre Covid, e il 2021. E quasi duemila posti di lavoro in meno con altri contratti. Ma quello che conta è che le percentuali di occupazione colate a picco a causa della pandemia sono risalite appena la situazione si è normalizzata. Lo dicono in numeri dell'Osservatorio sul precariato dell'Inps.
    La tabella di confronto tra il 2019 e il 2020 evidenziava un saldo negativo di oltre 23mila contratti nonostante la resistenza e i numeri positivi dei rapporti a tempo indeterminato, oltre quattromila.
    La variazione 2020-2021 ha mostrato un veloce e consistente recupero delle posizioni perse con la pandemia: più 4300 sui contratti a tempo indeterminato e più 25.600 gli altri contratti. Per un totale che arriva a più trentamila. Quello che è stato perso è stato ripreso. E c'è anche qualcosa in più visto che il saldo complessivo rispetto rispetto a due anni registra più settemila contratti.
    A livello nazionale - spiega l'Inps - si registrano saldi complessivamente positivi per tutte le regioni. Una significativa differenza emerge a proposito dei contratti diversi dal tempo indeterminato, per i quali in quasi tutte le regioni del Centro-nord si registrano saldi ancora negativi mentre per le regioni del Sud il recupero dell'ultimo anno risulta aver positivamente compensato le perdite dell'annualità precedente. (ANSA).
   

      RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

      Video ANSA


      Vai al Canale: ANSA2030
      Vai alla rubrica: Pianeta Camere



      Modifica consenso Cookie