Covid: posti letto Sardegna salgono a 590,nascono 4 hot-spot

Già 200 domande per bando medici per 500 assunzioni

Inizia una nuova fase nella gestione dei posti letto Covid in Sardegna. Il tetto dei 402 previsto dal piano strategico deliberato dalla Giunta a marzo non è più sufficiente e la Regione ha deciso di implementare il numero di 188 nuove unità da individuare nei Covid hospital pubblici e privati.

 L'incremento di posti letto deve andare di pari passo con quello del personale. Al bando dell'Ats per l'assunzione di 500 medici non specializzati hanno già fatto domanda in 200. L'intenzione è quella di impiegarli soprattutto sul fronte del tracciamento dei contagi, ma nulla esclude che possano essere in parte destinati agli ospedali più in difficoltà. Mentre saranno destinati unicamente al tracciamento dei contagi le 55 nuovi assunzioni in Sardegna per effetto del bando promosso dalla Protezione civile nazionale. Di questi fanno parte 14 amministrativi e 41 medici da inserire nei servizi di igiene pubblica delle Asl sempre da utilizzare sul fronte della prevenzione.

Infine, saranno quattro e dislocati presso i quattro Covid Hospital principali della Sardegna gli hot spot annunciati dall'assessore della Sanità Mario Nieddu per far fronte alla domanda di cura dei cittadini soprattutto sul fronte della somministrazione di tamponi rapidi. In questo caso il personale medico sarà garantito dalla sanità militare.
   

      RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

      Video ANSA


      Vai al Canale: ANSA2030
      Vai alla rubrica: Pianeta Camere



      Modifica consenso Cookie