Scuole Piemonte e Sardegna sul podio di "Riciclo in classe"

Conai annuncia i vincitori dell'edizione 2019/20

(ANSA) - CAGLIARI, 30 LUG - Numeri in crescita nonostante il lockdown per il progetto scuole di CONAI: 1.500 elaborati da 133 scuole di tutta Italia, ispirati allo spettacolo teatrale Dipende da noi.
    Una giuria - composta da esperti in ambiente e in comunicazione di CONAI e di RCS, da una docente di scuola primaria e dallo sceneggiatore di Dipende da noi - ha valutato tutti i progetti presentati in base a pertinenza al tema, creatività e originalità ed efficacia dell'interpretazione. Per le prime due classi della scuola primaria, la vincitrice è stata la scuola Gignese ai suoi prodi di Gignese (Verbano-Cusio-Ossola) grazie a un efficace mix di disegni, recite filmate dai genitori e persino una locandina promozionale.
    Per le classi terza, quarta e quinta della scuola primaria, vince invece la scuola Di Via San Salvatore, di Settimo San Pietro (Cagliari) con il video-spettacolo degli alunni della 4a B, composto da tanti frammenti inviati dai singoli studenti e montati dalla loro insegnante, completo di backstage con commenti sul progetto e sullo spettacolo. Entrambi gli istituti ottengono 1.000 euro in materiali didattici per le attività scolastiche.
    Per l'occasione sono stati distribuiti 3.000 kit didattici alle scuole: fra i materiali, il copione dello spettacolo e una mini-guida su come differenziare correttamente gli imballaggi e sui loro processi di riciclo.
    Con il lockdown, la registrazione dello spettacolo teatrale è stata messa on-line e resa fruibile in streaming. I ragazzi, così, si sono trovati a reinventare il copione della pièce in tante personalissime rimesse in scena, dimostrando di aver ben compreso l'importanza della raccolta differenziata, primo passo verso il riciclo.
    "Non ci aspettavamo una risposta così entusiasta, soprattutto vista la difficile situazione che gli studenti si sono trovati a vivere da marzo - commenta il presidente Conai Luca Ruini - È stato sorprendente scoprire come l'emergenza sanitaria non abbia fermato la creatività dei ragazzi. Il loro entusiasmo emerge da tutti gli elaborati che sono stati presentati. Un risultato che ci convince sempre di più della bontà del percorso che abbiamo intrapreso: formare i giovani per una cultura ambientale sempre più forte e radicata, che guardi a un uso delle risorse attento e responsabile". (ANSA).
   

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA


        Vai al Canale: ANSA2030
        Vai alla rubrica: Pianeta Camere



        Modifica consenso Cookie