Coronavirus: Ats, più telemedicina per i cardiopatici

Equipe Sanluri estende servizio monitoraggio remoto

(ANSA) - CAGLIARI, 04 APR - L'equipe di cardiologia del Nostra Signora di Bonaria di Sanluri controlla già oltre 180 persone grazie alla telemedicina. Ora, per far fronte all'emergenza Covid-19, ha scelto di diffondere in modo capillare il servizio di monitoraggio remoto su pazienti portatori di peacemaker o defibrillatori. Lo fa sapere la Assl di Sanluri nel suo sito web istituzionale. "Negli ultimi anni - è scritto in una nota - l'equipe diretta da Gianfranco Delogu si è distinta per essere il centro in Sardegna con un più alto numero di pazienti seguiti mediante questa tecnologia d'avanguardia". Adesso, considerata l'impossibilità di eseguire i controlli ambulatoriali tradizionali, "si sta provvedendo a inviare al domicilio dei pazienti i dispositivi per il controllo telemetrico".
    Del servizio si occupa un gruppo di medici e infermieri che contattano i pazienti telefonicamente, valutano le condizioni di salute con un questionario clinico, e illustrano la tecnologia del controllo da remoto. In questo modo nessuno è costretto a spostarsi. Oltretutto, fa notare la Assl, "questo monitoraggio ci indica la presenza di aritmie, consente di capire in anticipo se il paziente svilupperà scompensi e quindi di intervenire per tempo". (ANSA).
   

      RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

      Video ANSA


      Vai al Canale: ANSA2030
      Vai alla rubrica: Pianeta Camere



      Modifica consenso Cookie