Nel 2020 al voto 160 Comuni sardi

Nuoro unico capoluogo di provincia, 4 sopra i 15mila abitanti

Quasi la metà dei 377 Comuni della Sardegna saranno chiamati al voto nel 2020. Sono, infatti, 160 le amministrazioni da rinnovare nella primavera di quest'anno, tornata elettorale che costituisce un primo test per la maggioranza in Regione a trazione sardista e leghista, insediatasi nel febbraio 2019.

Nuoro è il solo capoluogo di provincia coinvolto, ma saranno quattro i Comuni con popolazione superiore ai 15.000 abitanti in cui si voterà con il sistema maggioritario a doppio turno: Quartu Sant'Elena (terza nell'Isola per numero di residenti) e Sestu nella città Metropolitana di Cagliari, dove sono coinvolti complessivamente sei Comuni, quindi Porto Torres, l'unico al voto guidato da una Giunta Cinquestelle, e appunto il capoluogo barbaricino.

Nel Nuorese saranno in tutto 31 le amministrazioni chiamate alle urne; 41 invece in provincia di Oristano, dove spicca una tra le più piccole comunità sarde, Bidonì con 147 abitanti; 40 in quella di Sassari (tra cui Bortigiadas, amministrata dal presidente dell'Anci Sardegna Emiliano Deiana, La Maddalena e Valledoria); infine 41 Comuni nella provincia del Sud Sardegna.
   

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA


        Vai al Canale: ANSA2030
        Vai alla rubrica: Pianeta Camere



        Modifica consenso Cookie