Aias chiede concordato preventivo

Si dovrà pronunciare collegio Tribunale civile di Cagliari

Gli avvocati dell'Aias hanno presentato al giudice fallimentare del Tribunale di Cagliari, Andrea Bernardino, istanza di concordato per l'associazione che in Sardegna si occupa dell'assistenza ai disabili. E' stato, quindi, sospeso l'esame sulla richiesta di fallimento per insolvenza nei confronti dei circa 1.200 dipendenti, che vantano 12 mensilità arretrate, presentata dal pm Daniele Caria. Sarà ora il collegio del Tribunale civile, a cui Bernardino consegnerà l'istanza dei legali dell'Aias unificando tutti gli altri atti del procedimento, a pronunciarsi sul concordato. L'associazione si è costituita con gli avvocati Massimo Delogu, Enzo Pinna, Stefanino Casti e Massimo Bottai, quest'ultimo del foto di Roma.

"CONCORDATO 'IN BIANCO' PER GARANTIRE LAVORATORI E SERVIZI" - Un concordato "in bianco" e in continuità aziendale per consentire la predisposizione di un piano di ristrutturazione con due obiettivi: salvaguardare i posti di lavoro risolvendo la criticità del mancato pagamento delle spettanze ai dipendenti, e garantire la prosecuzione di tutti i servizi verso le tremila famiglie che attualmente ne usufruiscono. Lo hanno spiegato nel pomeriggio, l'advisor di Aias, Gianluca Timpone, e l'avvocato Massimo Bottari, illustrando ai giornalisti l'istanza di concordato preventivo presentata questa mattina al giudice fallimentare del tribunale di Cagliari. "Ci sono tutti i presupposti per salvare l'Aias e far sì che gli obiettivi siano raggiunti", ha spiegato Timpone .

"Sulla nostra richiesta - ha poi annunciato - il giudice dovrebbe pronunciarsi entro due-tre giorni". A quel punto potrà essere presentato il piano, che punta ad "una ristrutturazione a 360 gradi - ha detto l'advisor - con l'obiettivo di soddisfare tutti i soggetti interessati". Per farlo ci vorranno da un minimo di 60 giorni a un massimo di 120. "Se riuscissimo a presentarlo prima dei termini fissati dal giudice saremmo molto soddisfatti", ha commentato Timpone. "Dall'analisi superficiale della documentazione contabile sottoposta dall'attuale governance, noi - ha precisato - riteniamo possa essere fatto un buon lavoro". Nessun riferimento a cifre. "E' un piano complesso, e trattandosi di una situazione seria vogliamo prima guardare bene le carte, poi daremo dati e numeri", ha chiarito l'advisor.

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA

        VideoAnsa Live ore 8 (ANSA)
        22 novembre, 07:42

        Ansa Live ore 8


        Vai alla rubrica: Pianeta Camere