Incendio Ogliastra, aperta inchiesta

Fascicolo a carico di ignoti ma si indaga su incauto agricoltore

Un fascicolo contro ignoti per incendio doloso sarà aperto oggi dal Procuratore di Lanusei Biagio Mazzeo, sugli incendi che, sabato a Tortolì e ieri a Bari sardo, hanno distrutto quasi 900 ettari di macchia mediterranea e messo in pericolo circa 6mila persone, prontamente evacuate da camping, resort hotel e case private.
    Sul tavolo del procuratore il fascicolo con le indagini del Corpo Forestale che sull'incendio di Tortolì ha individuato il punto di innesco: un terreno a ridosso della spiaggia di Orrì dove un agricoltore stava bruciando delle frasche. Sulla responsabilità dell'uomo si stanno completando le indagini.
    "Gli incendi sono stati vasti e su più punti, difficile credere che sia stata l'imprudenza contemporanea di diversi agricoltori - ha detto all'ANSA il procuratore Mazzeo - Tuttavia saranno le indagini a fare luce su questo punto e sulle eventuali responsabilità. Per il momento, non avendo riscontri più precisi, ipotizziamo l'incendio doloso e quindi l'ipotesi di reato più grave".

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA


        Vai alla rubrica: Pianeta Camere