• Sanità: inaugurata nuova risonanza magnetica al San Paolo

Sanità: inaugurata nuova risonanza magnetica al San Paolo

Emiliano, stiamo rafforzando nostra sanità

(ANSA) - ROMA, 15 OTT - Il presidente della Regione Puglia, Michele Emiliano, ha inaugurato oggi all'Ospedale San Paolo di Bari la nuova risonanza magnetica, la nuova Unità di terapia intensiva respiratoria (UTIR), l'ambulatorio di Elettroencefalografia dell'età evolutiva (Centro epilessia infantile) e il Centro di orientamento oncologico (Coro). I nuovi reparti e macchinari sono già operativi. Accompagnato dal direttore della Asl Bari, Antonio Sanguedolce, Emiliano ha visitato prima la nuova Risonanza Magnetica, poi ha incontrato gli operatori e i genitori dei pazienti dell'ambulatorio di epilessia infantile. Dopodiché ha visionato il nuovo reparto di Pneumologia, trasferito definitivamente al quarto piano e infine ha potuto vedere il Centro di orientamento oncologico (Coro) da poco attivo a fianco del reparto di Oncologia.
    "Ogni giorno ci sono nuove inaugurazioni - ha detto Emiliano - nuovi reparti, nuovi accordi ed assunzioni. Una intensissima attività legata al rinforzo organizzativo della nostra sanità.
    Stiamo recuperando venti anni di ritardi e speriamo di poter far funzionare sempre meglio le nuove strumentazioni con l'altissima professionalità che contraddistingue questo ospedale".
    "E' un ospedale che stiamo rinnovando - ha detto Emiliano - ci stiamo sforzando di offrire sia al personale che ai pazienti la massima efficienza organizzativa e tecnologica ad un sempre maggior numero di assistiti che provengono dall'area metropolitana del nord barese data la sua posizione strategica".
    "La risonanza magnetica - ha spiegato la dottoressa Luisa D'Aprile, direttore dell'Unità operativa - è uno strumento dal punto di vista tecnologico molto evoluto, con un diametro di 70 cm rispetto alle precedenti di 45-50 cm, che permette di fare esami diagnostici di altissimo livello anche grazie alla nostra decennale esperienza, come l'indagine sul morbo di Crohn, garantendo una serie di informazioni in più sempre più specifiche. Si può dire che il nostro ospedale rappresenta una eccellenza di riferimento a livello nazionale in particolare sull'apparato digerente. Anche se si continua a lavorare per la routine come per esempio la diagnostica sulla colonna vertebrale e la diagnosi oncologica dei casi dei tumori cerebrali o di problematiche cardiache". La visita del Presidente Emiliano è proseguita nel reparto che cura l'epilessia infantile e le malattie rare. "La mission di questo nuovo reparto - ha spiegato il responsabile neurologo, Vittorio Sciruicchio - è di curare non solo le forme di epilessia infantile ma anche le cefalea in età pediatrica e adolescenziale con una specifica attenzione nei confronti delle malattie rare che in alcuni casi vengono 'annunciate' proprio da episodi epilettici". "Le malattie rare - ha spiegato la pediatra Giuseppina Annichiarico, coordinatrice regionale del settore - che si presentano spesso con episodi di epilessia sono causa dei 2/3 della mortalità infantile e abbiamo creduto che un ambulatorio ed un reparto sull'epilessia infantile fosse proprio in questo ospedale capace di consentire la multidisciplinarietà essenziale per avviare interventi rapidi di cura e di gestione delle malattie rare per aiutare i piccoli pazienti a crescere superando i periodi critici". "Siamo soddisfatti del percorso di rinnovamento che l'ospedale San Paolo sta affrontando con successo e con fatica - ha concluso il direttore sanitario, Angela Leaci - vogliamo soprattutto garantire e migliorare l'offerta sia dal punto di vista sanitario che dell'accoglienza e possiamo dire che la collaborazione tra enti sta portando ad ottimi risultati".
   

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA