Professioni

  1. ANSA.it
  2. Economia
  3. Professioni
  4. Ordini Professionali
  5. Energia: periti industriali, patto con Enti locali in Veneto

Energia: periti industriali, patto con Enti locali in Veneto

Esposito, 'quello delle comunità è modello virtuoso su consumi'

Redazione ANSA ROMA

(ANSA) - ROMA, 28 GEN - Un patto per lo sviluppo delle comunità energetiche in Veneto. A siglarlo il Consiglio nazionale dei periti industriali e dei periti industriali laureati, l'Anci Veneto e Ancitel Energia e Ambiente con l'obiettivo, recita una nota dei professionisti, di "mettere in campo azioni orientate alla promozione dell'efficienza energetica, all'uso delle energie rinnovabili e ovviamente alla costituzione di Comunità energetiche rinnovabili". L'iniziativa è stata annunciata oggi a Mestre, in occasione dell'evento "Le comunità energetiche, motore di innovazione e di sviluppo, evento voluto dal Consiglio nazionale dei periti industriali e dei periti industriali laureati e realizzato in collaborazione con Ancitel Energia e Ambiente srl, che rappresenta la seconda tappa (dopo Napoli) di una serie di appuntamenti sul territorio nazionale che toccheranno poi le città di Milano, Firenze, Palermo e Bari. Governo e Parlamento, si legge, "hanno fatto la loro parte stanziando con il Piano nazionale di ripresa e resilienza oltre 2, 2 miliardi di euro per la concessione di finanziamenti a tasso 0 fino al 100% dei costi ammissibili per lo sviluppo delle comunità energetiche nei piccoli comuni (sotto i 5.000 abitanti), le amministrazioni comunali non vogliono essere da meno. Del resto, dopo l'attuazione delle direttive europee e nazionali (si attende ora il decreto attuativo del ministero per la Transizione ecologica per sfruttare i miliardi previsti dal Pnrr), la palla passa proprio agli enti locali a cui di fatto è affidato il compito di sviluppare in concreto una nuova cultura della sostenibilità sul territorio. Proprio da queste premesse nasce l'idea di un Protocollo d'intesa per lo sviluppo di attività informative". "Quello delle comunità energetiche è un tema che sta particolarmente a cuore del Consiglio nazionale dei periti industriali" ha commentato il presidente dell'Ordine Giovanni Esposito, parlando di "un modello virtuoso che ci permette di efficientare i consumi energetici nelle aree urbane più bisognose, peraltro in un periodo di grande instabilità dei prezzi delle bollette per famiglie e imprese, e di ridurre l'inquinamento ambientale promuovendo uno sviluppo locale sostenibile. Dobbiamo uscire dal vecchio paradigma dell'Ordine professionale lontano dalla realtà concreta per diventare sempre di più quei soggetti che trainano la transizione economica. Siamo i protagonisti di questo nuovo dopoguerra tecnologico", si chiude la nota. (ANSA).
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Archiviato in


        Modifica consenso Cookie