COMUNICATO STAMPA - Responsabilità editoriale ANCI Puglia

Noci: Pubblicato elenco attività commerciali che accetteranno i "Buoni spesa"

ANCI Puglia

Il Comune di Noci ha pubblicato l'elenco delle attività commerciali che  accetteranno i "Buoni spesa" di cui all'Ordinanza del Capo Dipartimento  di Protezione Civile n. 658 del 29/03/2020 nell'ambito delle  misure urgenti di solidarietà alimentare per fronteggiare l'emergenza Coronavirus. L'elenco sarà continuamente aggiornato e disponibile qui http://tiny.cc/n2yomz, in quanto le attività interessate possono ancora fornire la propria adesione compilando il Modulo allegato all’Avviso http://tiny.cc/vfzomz, da inviare, in carta semplice, all’indirizzo E-mail servizi@comune.noci.ba.it

L'amministrazione comunale invita tutti gli esercenti di attività commerciali (supermercati, discount, negozi di vicinato di prodotti alimentari quali macellerie, pescherie, fruttivendoli, negozi che vendono articoli igienico-sanitari, prodotti per l’igiene personale, prodotti alimentari per la prima infanzia, farmacie e parafarmacie, ecc.), operanti nel Comune di Noci, a manifestare il proprio interesse ad essere  inseriti nell’elenco comunale degli esercizi commerciali disponibili ad accettare i buoni spesa emessi dall’Ufficio Servizi Sociali del Comune di Noci per l’acquisto di generi alimentari e di prodotti di prima necessità da parte di nuclei familiari esposti agli effetti economici derivanti dall’emergenza epidemiologica da virus COVID-19.
Il Comune precisa che i buoni spesa saranno spendibili esclusivamente per le seguenti categorie merceologiche:

  •  prodotti alimentari, con esclusione delle bevande alcoliche (ad  esempio pane, pasta, carne, pesce, frutta, verdura, riso, legumi,  farina, prodotti in scatola a lunga scadenza, latte a lunga conservazione, conserve di pomodoro, olio di oliva, ecc.);
  • prodotti per l’igiene personale e per la pulizia della casa (ad  esempio, bagnoschiuma, saponi, deodoranti, shampoo, dentifrici,  spazzolini, assorbenti, detersivi, spugne, disinfettanti, ecc.);
  • prodotti igienici ed alimenti per bambini e neonati (ad esempio, sostituti latte materno, pannolini, omogenizzati, ecc.);
  • prodotti farceutici e parafarmaceutici.

 Il buono spesa è concretamente rappresentato da un “buono cartaceo”, valido come titolo di identificazione e legittimazione, affinché i  beneficiari possano accedere a qualsiasi punto vendita, scelto tra quelli iscritti nell’apposito elenco comunale degli esercizi commerciali.
Il Comune procederà all’istruttoria delle istanze pervenute ed agli  adempimenti necessari con i rappresentanti legali degli esercizi di vendita. Sarà cura dell’Ente pubblicizzare l’elenco degli esercizi
 commerciali aderenti presso i quali è possibile acquistare.

Archiviato in


Modifica consenso Cookie