COMUNICATO STAMPA - Responsabilità editoriale Pagine Sì! SpA

Ignalat: il caseificio pugliese che ha scelto la qualità come caposaldo della propria produzione

Pagine Sì! SpA

Quando si parla di prodotti caseari molto spesso ci si interroga sulla qualità e la freschezza di un prodotto artigianale, visto che tanti produttori spesso preferiscono optare per il mercato della distribuzione massiva dei propri prodotti a discapito della qualità. Lo sa bene Vincenzo Ignazzi, Export manager e Responsabile Commerciale del Caseificio Ignalat di Noci (Bari), che da tre generazioni si distingue per qualità, freschezza, bontà ed eccellenza di ogni formaggio prodotto rigorosamente 100% made in Puglia, offrendo ai propri clienti tutto il gusto autentico tipico della tradizione casearia della Puglia e della Murgia Barese, e che da diversi anni commercializza i propri prodotti non solo in Italia ma anche all’estero in segmenti di mercato che recepiscono ed apprezzano l’artigianalità e la tradizione dei formaggi pugliesi.

“La nostra azienda fonda le sue radici nel 1948 e nel tempo ha saputo adattarsi alle esigenze di mercato, per offrire ai propri clienti un prodotto genuino, adatto a tutti i palati e certificato in materia di sicurezza alimentare. Grazie all’innesto dell’innovazione nel solco della tradizione, siamo approdati nel mercato globale attuale, portando i nostri formaggi oltre i confini regionali e nazionali. Ma questo non ha mai fatto venire meno il nostro valore fondante: la qualità del prodotto artigianale, che continua ad essere una prerogativa ancora oggi”.

La qualità fa la differenza: ma è davvero possibile mantenerla inalterata esportando il proprio prodotto?

“Assolutamente sì – continua Vincenzo Ignazzi. Non bisogna mai tradire le proprie tradizioni e la propria storia, così come non bisogna mai dimenticarsi del proprio territorio. Per questo motivo noi amiamo affidarci esclusivamente alla filiera corta, che ci permette di scegliere in prima persona e selezionare il latte della nostra terra, la Puglia, la cui qualità ci consente di ottenere formaggi che quotidianamente vengono gustati ed apprezzati sulle tavole dei nostri clienti. Selezioniamo attentamente il latte dagli allevamenti e dalle masserie della nostra zona, a cavallo tra la murgia barese e quella tarantina: questa scelta, assieme alla maestria ed alla sapienza dei nostri mastri casari ed alla nostra enorme passione ci permettono di mantenere davvero alta la qualità dei nostri formaggi, raggiungendo clienti in diversi mercati italiani ed esteri che si innamorano subito del gusto, della bontà e della tradizione che caratterizzano i nostri formaggi”.

La qualità dei prodotti Ignalat, tra cui eccelle la burrata, considerata il fiore all’occhiello della nostra produzione ed una vera e propria prelibatezza per il palato, è stata certificata dai numerosi riconoscimenti ottenuti nel tempo in Italia ed all’estero anche ai World Cheese Awards (campionato mondiale dei formaggi), riconoscimenti che hanno permesso al Caseificio di Noci di rappresentare degnamente qualità ed eccellenza del made in Italy e del made in Puglia anche all’estero.

“Ignalat non si ferma mai e continua a portare avanti la tradizione nel sentiero dell’innovazione – conclude Anna Maria Ignazzi, Quality Manager dell’azienda – non a caso poniamo l’attenzione su ogni fase del processo produttivo, cercando di incrementare quelle che sono le soluzioni per soddisfare le molteplici esigenze della nostra clientela. Per questo motivo abbiamo creato la nostra linea “Desideria” di formaggi freschi senza lattosio in grado di soddisfare una fascia di clientela costantemente crescente rappresentata dai soggetti intolleranti al lattosio; inoltre abbiamo posto in essere collaborazioni, partnership e progetti di ricerca con Università e Centri di Ricerca in campo nutrizionale per valutare ed apportare innovazione ai nostri formaggi, nonchè studiare nuovi prodotti in grado di anticipare richieste e soddisfare bisogni di clienti e di differenti tipologie di consumatori di formaggi”.

Archiviato in


Modifica consenso Cookie