Press Release

COMUNICATO STAMPA - Responsabilità editoriale Optimamente

Costi della terapia ad onde d'urto. E' mutuabile? Benefici e fai da te

Optimamente

Le onde d'urto funzionano creando una sorta di "micro-idromassaggio" in grado di stimolare i naturali processi biologici di riparazione e attualmente vengono usate con successo per curare diverse patologie e traumi che colpiscono le ossa e i tessuti molli. Una delle domande più frequenti che si pongono i pazienti a cui è stato prescritto un ciclo di sedute di questo trattamento è quali siano i costi della terapia ad onde d'urto. Ve lo sveliamo noi. Ecco tutto quello che c'è da sapere sulle onde d'urto: sono mutuabili? Costi, benefici e fai da te.

Terapia ad onde d'urto: come funziona

Ci sono ormai evidenze piuttosto conclamate rispetto al successo delle onde d'urto, utilizzate da fisiatri e ortopedici nella maggior parte dei disturbi muscoloscheletrici, tra cui il gomito del tennista, le fasciti plantari, le tendiniti achillee, le tendinopatie della spalla, le calcificazioni, la pubalgia, le contratture muscolari e le fratture da stress.

Parliamo di una terapia strumentale non invasiva, dal momento che il paziente non assume nessun farmaco e il trattamento dura venti minuti circa. La tecnologia su cui si basa è stata sviluppata in Israele alcuni anni fa per la dissoluzione dei calcoli renali (litotripsia), ma in seguito il suo uso è stato esteso anche all'apparato muscolo-scheletrico.

Ma come funzionano le onde d'urto? Per prima cosa, agiscono per mezzo di onde pressorie acustiche, quindi non radioattive e non pericolose, che si propagano in profondità nei tessuti determinando una cascata di processi biologici di riparazione.

Quali sono i benefici delle onde d'urto

Le onde d'urto stimolano la produzione di sostanze ad azione antinfiammatoria e di fattori di crescita, che attivano la riparazione o la rigenerazione del tessuto. Orientate sulle aree sofferenti, ne accelerano la guarigione, aiutando a ridurre il dolore e migliorando la funzionalità. Garantiscono quindi ottimi risultati in termini di rilassamento muscolare, riduzione dei tempi di guarigione e immediata risposta antidolorifica.

Ma i benefici della terapia ad onde d'urto non finiscono qui. Se usata a bassa intensità, consente di intervenire anche sulla disfunzione erettile di grado lieve e moderato. Infatti, stimolando la circolazione sanguigna dove serve e favorendo la crescita di nuovi vasi sanguigni, essa è in grado di migliorare la capacità erettile e, di conseguenza, le prestazioni sessuali.

Va però ricordato che le onde d'urto non sono tutte uguali. Ne esistono infatti di due tipi: le onde d'urto focali extracorporee e le onde radiali (o balistiche). Le prime colpiscono il tessuto con elevata precisione e penetrano molto in profondità, fino all'area bersaglio. Le seconde, invece, non sono direzionate su un unico punto ma si irradiano a tutta la superficie trattata, per questo sono indicate per le problematiche più superficiali e, in campo estetico, per gli inestetismi della cellulite.

Le onde d'urto sono mutuabili?

Si, le onde d'urto sono mutuabili. Si tratta di una prestazione sanitaria a cui è possibile accedere con diverse modalità: privatamente, in accreditamento con il Servizio Sanitario Nazionale o tramite convenzioni, per esempio, con fondi sanitari, casse mutua e associazioni di categoria. Per ricevere il trattamento in regime di convenzione con l'SSN, il paziente deve presentare la Carta Regionale dei Servizi e l'impegnativa rilasciata dal medico di medicina generale o da uno specialista, pubblico o privato, ed è comunque tenuto al pagamento del ticket. In privato, è sufficiente la prescrizione medica.

Onde d'urto: fai da te

Come precedentemente menzionato, la terapia ad onde d'urto è praticabile sia negli ospedali che presso i centri specializzati, ma si può fare anche a casa con appositi apparecchi concepiti per il trattamento domiciliare. Si tratta di macchinari efficaci ma di semplice utilizzo che ormai da tempo si possono trovare in commercio anche a basso costo. Dotarsi di un apparecchio di questo tipo è una decisione connessa al tipo di patologia da trattare, ai bisogni personali e al budget disponibile.

Per quanto riguarda la scelta dello strumento più idoneo, è necessario valutare diversi fattori, tra cui la facilità d'uso, la possibilità di ricevere assistenza tecnica, la qualità e ovviamente il prezzo. Il costo può variare sensibilmente in ragione della tecnologia e del tipo di apparecchio. Se il vostro disturbo è temporaneo e avete bisogno di poche applicazioni, l'ideale è noleggiarne uno, magari presso un centro fisioterapico specializzato, così da avere a disposizione dei professionisti in grado di indirizzarvi non solo nella scelta ma anche nell'utilizzo dell'apparecchio. Qui il prezzo di alcuni macchinari ad onde d'urto.

Quali sono i costi della terapia ad onde d'urto?

I costi della terapia ad onde d'urto variano a seconda della struttura a cui ci si rivolge e alla durata di ogni singola seduta, ma indicativamente è possibile quantificare il costo in un range compreso tra i 50 e gli 80 euro per seduta. Il costo del ticket non è molto distante, ma i tempi di attesa sono in genere molto alti.

Gli effetti sono immediati?

Gli effetti delle onde d'urto sono legati a una serie di reazioni biologiche complesse che richiedono tempo per manifestarsi, perciò occorre aspettare anche diverse settimane per apprezzarne i benefici, che sono in genere visibili dopo 4-6 settimane dalla fine del ciclo. Di solito si consiglia un ciclo di tre sedute, erogate una volta alla settimana, ma, in seguito alla valutazione dell'andamento clinico del paziente, può essere prescritto un secondo ciclo.

La terapia ad onde d'urto ha controindicazioni?

Le onde d'urto hanno controindicazioni che vanno assolutamente valutate. Tra le principali ricordiamo la presenza di pacemaker, una gravidanza in corso, un tumore nella zona da trattare e l'assunzione di farmaci anticoagulanti, come l'eparina.

Quanto sono dolorose le onde d'urto?

In alcune persone la terapia ad onde d'urto può provocare dolore, ma di solito è ben tollerato e scompare nel giro di pochi minuti dalla fine della seduta. Per i trattamento sull'osso, che necessitano dell'uso di energie più elevate, può essere indicata un'anestesia locale o eventualmente la sedazione.

Possiamo concludere affermando che la terapia ad onde d'urto, avendo mostrato buona efficacia, velocità di esecuzione, sicurezza e costi contenuti, rappresenta un'ottima soluzione nel trattamento di varie problematiche dell'apparato locomotore.

COMUNICATO STAMPA - Responsabilità editoriale Optimamente

Modifica consenso Cookie