COMUNICATO STAMPA - Responsabilità editoriale ReadMe

Ilaria De Roberto racconta a DonnaPOP la sua vita segnata da revenge porn e violenza

Ilaria De Roberto è una giovane aspirante scrittrice che vive a Cori, in provincia di Latina. Nonostante abbia solo 29 anni, la sua vita è già stata segnata da una serie di eventi che l’hanno trasformata in un vero incubo. Fin da ragazzina, è stata vittima di bullismo, ha subito molestie sul lavoro fino a cadere nella trappola del revenge porn e infine di una setta.

Ai microfoni della rivista DonnaPOP la ragazza ha deciso di svelare tutte le vicende che hanno stravolto la sua esistenza, così come accaduto a tante altre donne vittime di vessazioni e ricatti, ad esempio da parte di ex fidanzati.

Per Ilaria il primo episodio di revenge porn risale al 2016 a seguito di una relazione a distanza intrapresa con un ragazzo di Taranto di cui si era innamorata:  “Ero terrorizzata all’idea che mi mollasse, così decisi di accogliere, seppur non a braccia aperte, le sue richieste, iniziando ad inviargli foto e sottostando al suo indottrinamento sessuale” racconta a DonnaPOP. Così, dopo la richiesta insistente di foto, è arrivata quella dei video. “A distanza di qualche tempo, inaspettatamente, alcuni di loro iniziarono a contattarmi, chiedendomi foto hot e avanzando apprezzamenti non proprio lusinghieri. Di lì a poco compresi che il materiale inviato al mio ex era stato diffuso al livello virale.” spiega.

Ma per Ilaria l’incubo non finisce qui, anzi si ripete con un altro ragazzo conosciuto su Facebook. Dopo aver scoperto di essere finita su un sito porno e aver denunciato, Ilaria si ritrova sola, abbandonata dagi amici e in preda allo sconforto. Da qui la decisione di rivolgersi ad uno studio di esoterismo gestito da un uomo che si faceva chiamare “vicario”. Presto, però, la ragazza farà un’amara scoperta: quella di essere finita in una setta ed essere vittima anche di furti d’identità. “Qui mi dico: ‘Ilaria, o decidi di mollare e finisci suicida, o ti metti a combattere’. Ed è così che ho deciso di coinvolgere i media e raccontare davanti a tutta Italia la mia storia.”

Nonostante gli eventi drammatici che hanno segnato la sua vita, Ilaria non ha intenzione di arrendersi. Anzi, intende far conoscere la sua vicenda per incoraggiare tante altre vittime di revenge porn e ricatti a non soccombere e denunciare.

Tra i miei progetti, c’è quello di aprire una casa famiglia in ricordo di Tiziana Cantone e di tutte coloro che si sono tolte la vita o sono state uccise per mano di chi diceva di amarle.” annuncia a DonnaPOP.

Video ANSA




Modifica consenso Cookie