PMI

  1. ANSA.it
  2. Pianeta Camere (di commercio)
  3. Export provincia di Arezzo 7,8 miliardi di euro primi 9 mesi

Export provincia di Arezzo 7,8 miliardi di euro primi 9 mesi

Dati 2021 recuperano pre Covid, settore orafo in netta crescita

(ANSA) - AREZZO, 14 DIC - Le esportazioni della provincia di Arezzo, sulla base di dati Istat, si sono attestate nei primi nove mesi del 2021 a più di 7,8 miliardi di euro. "Nel periodo - sottolinea Massimo Guasconi, Presidente della Camera di Commercio di Arezzo-Siena - il fatturato estero delle imprese aretine ha non solo recuperato abbondantemente quanto perso nel primo semestre 2020 (+1,3%), ma ha fatto anche meglio di quanto registrato nello stesso periodo del 2019 (+19,4%). Un risultato che conferma la rilevanza del nostro export sia in Toscana (dove rappresentiamo il 22,2% del totale regionale, preceduti solo dal 35,9% della provincia di Firenze) che in Italia (dove ci attestiamo al 14/o posto della graduatoria nazionale delle principali province esportatrici, con il 2,1% del totale delle esportazioni italiane)". Di particolare rilievo, viene sottolineato, "il dato del comparto della gioielleria e oreficeria che fa registrare una rilevante crescita del 92,4% che non solo permette il recupero delle pesanti perdite subite lo scorso anno (-39%) ma che fa registrare una crescita del 17,3% rispetto al 2019. Considerando però la variazione del prezzo dell'oro, che se ha giocato un ruolo tutto sommato trascurabile nell'ultimo anno (-2,4%), non altrettanto lo ha fatto rispetto al 2019, dove la crescita del prezzo del metallo è stata del +24%, con molta probabilità potrebbero non ancora essere stati completamente recuperati i livelli rispetto al periodo pre-pandemia".
    "Ancora una volta sono però i metalli preziosi a confermarsi come la più importante voce dell'export aretino - evidenzia il Segretario Generale della Cciaa Marco Randellini - e a influenzare l'andamento complessivo della provincia: nei primi nove mesi 2021 le esportazioni si sono attestate a oltre 4,1 miliardi di euro, in flessione del 15,6% rispetto allo stesso periodo 2020 ma ben al di sopra del livello pre-pandemia (+37,3%). Le esportazioni di metalli preziosi confermano la loro particolarità: nei periodi di crisi, infatti, mentre per la generalità dei prodotti si accusano cali della domanda, gli acquisti di oro aumentano in virtù della specifica funzione di investimento rifugio". (ANSA).
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Vai al sito: ANSA Professioni

Modifica consenso Cookie