Cciaa: Arezzo-Siena;corso per esperti gestione crisi impresa

Formerà personale per accesso albo

(ANSA) - AREZZO, 08 MAR - Parte l'11 marzo il primo appuntamento del corso di formazione per esperti della gestione delle crisi d'impresa, in vista dell'entrata in vigore della nuova normativa in materia dall'1 settembre, che sostituirà la legge fallimentare risalente al 1942. Il nuovo codice della crisi d'impresa e insolvenza assegna all'Organismo di composizione della crisi d'impresa (Ocri), costituito presso le Camere di commercio, il compito di ricevere le segnalazioni e gestire la fase di allerta, nonché il procedimento di composizione assistita della crisi per alcune tipologie di imprese. Attività che saranno realizzate con il supporto degli esperti della gestione della crisi di imprese, professionisti iscritti ad un apposito albo. In quest'ottica è stato progettato uno specifico corso, organizzato dalla Camera di commercio di Arezzo-Siena attraverso la propria azienda speciale Arezzo Sviluppo, con la direzione scientifica del Dipartimento di giurisprudenza dell'Università di Siena e dagli ordini professionali degli avvocati, dei dottori commercialisti ed esperti contabili e dei consulenti del lavoro. Il corso in partenza giovedì si concluderà l'8 giugno. " Il nostro sistema imprenditoriale è alle prese con le durissime conseguenze della pandemia - evidenzia il presidente della Camera di commercio Massimo Guasconi -. E quindi necessario giungere ad una pronta operatività degli Ocri in modo che siano in grado di supportare i nostri imprenditori nei complessi percorsi di ristrutturazione aziendale, riducendo al minimo i possibili casi di insolvenza con evidenti vantaggi economici e sociali per gli stessi territori". Per Marco Randellini, segretario generale Camera commercio e direttore di Arezzo Sviluppo, "lavorare per favorire il recupero delle imprese in crisi evitandone l'insolvenza o la disgregazione costituirà un compito molto impegnativo per i professionisti che opereranno negli Ocri. Per questo abbiamo voluto offrire loro un percorso formativo di alto livello qualitativo". "L'aggravamento delle difficoltà economiche causato dalla pandemia - commenta il rettore dell'Università di Siena Francesco Frati - impone alle imprese e alle istituzioni di ricerca e formazione di collaborare per reagire alla crisi". (ANSA).
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Vai al sito: ANSA Professioni

Modifica consenso Cookie