Camera Commercio Marche: +0,21% nascita nuove imprese

Sabatini, trend con incidenza positiva aziende artigiane

(ANSA) - ANCONA, 16 LUG - Tiene il numero delle imprese delle Marche, che segna nel secondo trimestre 2020 un leggero incremento del +0,21%. Un effetto dell'emergenza sanitaria da Covid-19 che incide ancora sull'andamento della nati-mortalità imprenditoriale dopo la forte ricaduta sui primi tre mesi dell'anno. Le nuove aziende sono 1.222 a fronte di 873 cessazioni. A fine giugno, il tessuto imprenditoriale marchigiano contava 167.093 aziende, secondo l'analisi trimestrale Movimprese di Unioncamere-InfoCamere e Camera di Commercio delle Marche per la dimensione regionale. "Nella nostra regione, si evidenzia una sostanziale tenuta della vitalità di impresa, con un saldo positivo di 349 unità e una crescita dello 0,21% rispetto al trimestre aprile-giugno 2019 - afferma Gino Sabatini, presidente della Camera di Commercio delle Marche -, si tratta di un trend cui contribuiscono soprattutto le imprese artigiane ma che andrà verificato nella parte finale dell'anno e nel primo trimestre 2021 che rifletterà maggiormente gli effetti dell'emergenza Covid-19 sul tessuto economico". Sabatini sottolinea il "plauso alla voglia di impresa e al coraggio dei marchigiani che hanno scommesso sull'apertura, specie in provincia di Ascoli Piceno e Macerata, e che hanno potuto contare sul supporto di Camera Marche che ha messo a disposizione 5 milioni per il credito e 1,2 milioni per incoraggiare la presenza sui market place essendo ancora fortemente limitata la partecipazione in presenza alle fiere internazionali". (ANSA).
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Vai al sito: ANSA Professioni

Modifica consenso Cookie