Covid: Via Lattea, vertenza montagna non sia marginale

Sindaco Pragelato, settore richiede legislazione specifica

(ANSA) - TORINO, 08 MAR - "Pragelato guarda avanti anche dopo una stagione invernale difficile e complessa, dove la perdurante pandemia ha accentuato una crisi che già si era già manifestata in tutta la sua virulenza lo scorso anno". Lo afferma, in una nota, il sindaco Giorgio Merlo, assessore comunicazione Unione Montana Comuni Olimpici Via Lattea, che lancia un appello: "la 'vertenza montagna' non venga più puntualmente relegata in una dimensione secondaria, se non addirittura marginale".
    "La drammatica pandemia con cui dobbiamo, purtroppo, ancora fare i conti - aggiunge -, ha evidenziato che i problemi legati alla montagna - a cominciare dalle risorse comunali per garantire i servizi essenziali e dalla imposizione fiscale dei suoi residenti - richiedono, adesso più che mai, una legislazione adeguata e specifica. Perché guardare avanti si può e si deve, ma senza dimenticare che senza una politica specifica per la montagna, saranno interi territori ad andare progressivamente ed irreversibilmente in crisi".
    Merlo sottolinea anche che "i cosiddetti 'ristori' sono e restano la carta decisiva per sopperire alla crisi in cui sono precipitati alcuni settori legati alla filiera della ristorazione e del comparto alberghiero. Ristori che, come abbiamo detto e ripetuto più volte, devono essere certi, congrui e in grado di coprire tutte le categorie interessate, nessuna esclusa". (ANSA).
   

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA


        Vai al Canale: ANSA2030
        Vai alla rubrica: Pianeta Camere



        Modifica consenso Cookie