Dieci case 'modello' tra Italia e Francia, progetto Habit.A

Guidato da Ordine Architetti Cuneo, laboratorio Alpi del Sud

(ANSA) - TORINO, 24 NOV - Dieci architetture sostenibili, testimonial del cambiamento. Case modello, non solo belle da vedere, ma integrate con l'ambiente, in linea con lo stile e i materiali della tradizione locale, edificate secondo gli standard per il risparmio energetico. Le ha selezionate il "laboratorio" di Habit.A nelle Alpi del Sud, a cavallo tra Italia e Francia, fra cuneese e Dipartimenti delle Hautes Alpes e delle Alpes de Haute Provence. Sono i passi finali per il progetto transfrontaliero Italia-Francia - del valore complessivo di 660.000 euro tra fondi europei e co-finanziamenti nazionali - guidato dall'Ordine degli Architetti di Cuneo.
    Il 27 novembre in due webinar saranno presentati gli obiettivi raggiunti e saranno raccontati modelli virtuosi attraverso le immagini e le testimonianze raccolte dai documentaristi di Urban Reports. Il 2 dicembre la conferenza finale del progetto e le novità del Protocollo Itaca con due nuove schede di indirizzo per edificare immobili.
    "Grazie a questo progetto, nuovi indicatori, legati alla compatibilità con il contesto ambientale, architettonico e culturale e alla capacità di interagire con il territorio, si aggiungono ai modelli di valutazione del costruito esistenti. È un passaggio importante che amplia in concetto di sostenibilità e cambia i parametri di un protocollo, Itaca, riferimento regionale e nazionale anche per l'assegnazione di risorse finanziarie" spiega l'architetto Claudio Bonicco, presidente dell'Ordine degli Architetti della Provincia di Cuneo. (ANSA).
   

      RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

      Video ANSA


      Vai al Canale: ANSA2030



      Modifica consenso Cookie