Oltretevere

  1. ANSA.it
  2. Oltretevere
  3. Cristiani nel mondo
  4. Rifugiati: volontari Ordine Malta, servono risposte solidali

Rifugiati: volontari Ordine Malta, servono risposte solidali

L'impegno del Cisom da Lampedusa all'Ucraina

(ANSA) - ROMA, 18 GIU - "Non possiamo voltare le spalle a chi cerca la salvezza mettendo a rischio la propria vita, né vogliamo dimenticare tutte le crisi umanitarie che, in ogni parte del mondo, alimentano i flussi di persone disperate in cerca di una terra in cui vivere dignitosamente. Nella Giornata mondiale del Rifugiato, ribadisco l'impegno del Cisom per dare risposte concrete, tempestive, solidali a quanti fuggono dalle loro case. Siamo al loro fianco ogni giorno e lo saremo sempre".
    Sono le parole di Gerardo Solaro del Borgo, presidente del Corpo Italiano di Soccorso dell'Ordine di Malta, in occasione della Giornata Mondiale del Rifugiato (lunedì 20 giugno).
    Sono quasi 4000, di cui 450 medici, 350 infermieri e 120 psicologi, gli uomini e le donne che ogni giorno indossano la divisa rossa del Cisom e si mettono a servizio di migranti e rifugiati. Da 14 anni l'organizzazione è in prima linea per garantire assistenza sanitaria, sin dalle prime fasi delle operazioni di soccorso, alle persone che cercano di attraversare il Mediterraneo. Dal 2008 a oggi, nell'ambito del Progetto Passim (primissima assistenza sanitaria in mare), il Cisom ha assistito, insieme alla Guardia Costiera, circa 200.000 migranti. Ad oggi, sono 5 le squadre sanitarie operative sull'Isola di Lampedusa che prestano servizio a bordo delle motovedette e unità navali maggiori della Guardia Costiera, a cui si aggiunge 1 medico distaccato presso il nucleo aereo di Catania.
    C'è anche un altro fronte dove si stanno concentrando le forze dei volontari: è la frontiera di Siret, nel nord-est della Romania al confine con l'Ucraina. Sul posto, dall'inizio dell'emergenza, circa 30 volontari hanno messo a disposizione il loro tempo per portare aiuto alla popolazione ucraina. In questi mesi il Cisom ha lanciato una raccolta fondi di emergenza, e in parallelo una campagna di raccolta di beni di prima necessità, per rispondere alle necessità cui stanno dando risposta senza sosta i volontari. Grazie al sostegno degli italiani sono stati raccolti 720 pallet - 8.750 colli con prodotti alimentari, oltre 6.000 colli con farmaci e prodotti per l'igiene personale, più di 8.000 colli con abiti e coperte, 150 culle e passeggini, 3 generatori elettrici e una tenda ospedaliera, stipati in 22 bilici da 13 metri e trasferiti al confine con l'Ucraina.
    (ANSA).
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA



Modifica consenso Cookie