Percorso:ANSA > Nuova Europa > Cultura e Società > Birra, Italia leader Ue nel 2018, aumenta produzione

Birra, Italia leader Ue nel 2018, aumenta produzione

Incremento è del 21%. In Europa sono stati prodotti 39 mld litri

04 agosto, 18:07
(di Gianluca Pacella) (ANSA) - ROMA, 4 AGO - Con un 21% di aumento, l'Italia si posiziona leader in ambito europeo per il maggiore incremento di produzione di birra nel 2018, seguita dall'Ungheria (11%) e dalla Repubblica Ceca (6%). Il dato è rilevato da Eurostat in occasione delle celebrazioni della giornata internazionale della birra il 2 agosto.

Dal report economico dell'ufficio statistico dell'Unione europea emerge che il dato di produzione complessivo di birra 2018 nell'Unione è di 39 miliardi di litri, pari a 76 litri per abitante. La tendenza ad un aumento produttivo italiano è confermata anche dall'annuale report 2018 di Assobirra. Dagli studi economici dell'associazione dei birrai e dei maltatori emerge che l'Italia, con una produzione nazionale di 16.410.000 di ettolitri registrati nel 2018 (+4,7%), è al nono posto in Europa per volumi di produzione, mentre è in quinta posizione per numero di birrifici. Il consumo di birra è aumentato del 3,2%, passando dai 19.684.000 di ettolitri nel 2017 ai 20.319.000 del 2018. Quello pro capite è aumentato del 3,4% nel 2018 e si è attestato a 33,6 litri.

A livello Ue, secondo l'analisi Eurostat, la classifica per Paesi produttori di birra vede invece al primo posto la Germania con una produzione di 8,3 miliardi di litri (pari al 21% della produzione totale dell'Ue) seguita da Regno Unito (4,5 miliardi di litri prodotti, 12%), Polonia (4,0 miliardi di litri, 10%), Spagna (3,6 miliardi di litri, 9%), Paesi Bassi (2,4 miliardi di litri, 6% ) e Belgio (2,4 miliardi di litri, 6%).

I Paesi Bassi, con 1,9 miliardi di litri di birra, sono il più grande esportatore di birra di tutti gli Stati membri dell'Unione, davanti a Belgio e Germania (entrambi 1,6 miliardi di litri), seguito dalla Francia (0,6 miliardi di litri) e il Regno Unito (0,5 miliardi di litri).

Gli Stati Uniti sono la principale destinazione delle esportazioni di birra verso Paesi extra Ue con un miliardo di litri di birra nel 2018 (il 29% delle esportazioni totali extra Ue di birra) seguiti da Cina (453 milioni di litri, 13%), Russia (234 milioni di litri, 7%), Canada (217 milioni di litri, 6%), Corea (198 milioni di litri, 6%), Svizzera (101 milioni di litri, 3%), Australia (99 milioni di litri, 3%) e Taiwan (91 milioni di litri, 3%). La birra messicana è il prodotto brassicolo più importato (250 milioni di litri, 52% di tutte le importazioni extra-Ue di birra nel 2018), segue la birra serba (57 milioni di litri, 12%), birra americana (43 milioni di litri, 9%), birra bielorussa (23 milioni di litri, 5%), birra ucraina (19 milioni di litri, 4%), birra cinese (17 milioni di litri, 4%), birra russa (14 milioni di litri, 3 %) e birra tailandese (10 milioni di litri, 2%). (ANSA).

© Copyright ANSA - Tutti i diritti riservati