Toma,punto nascita Termoli non va chiuso

Lettera a ministri per segnalare criticità Basso Molise

(ANSA)-CAMPOBASSO, 29 GIU - La chiusura del Punto nascita di Termoli (Campobasso), disposta dalla struttura commissariale dal prossimo primo luglio su richiesta del Comitato percorso nascita nazionale, diventa una questione politica e argomento di confronto tra il presidente della Regione Molise Donato Toma e i ministri della Salute e dell'Economia, Giulia Grillo e Giovanni Tria. Il governatore ha annunciato di aver inviato una nota ai titolari dei dicasteri in cui chiede di mantenere operativo il reparto dell'ospedale 'San Timoteo', riprogrammando l'intervento nel Piano operativo straordinario (Pos) 2019-2021. La chiusura della struttura, ha spiegato Toma, incide negativamente su una vasta area del medio e basso Molise, già colpita da eventi sismici nel 2002 e nel 2018. Inoltre, ha osservato, è penalizzata da una rete viaria obsoleta. Sotto la lente anche le ripercussioni sulla mobilità passiva verso Abruzzo e Puglia.
    "Ritengo che questa chiusura - scrive Toma - doveva seguire un iter un po' più complesso".
   

      RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

      Video ANSA


      Vai alla rubrica: Pianeta Camere