Calci su convivente e figlia, arrestato

Ancona, 41enne accusato di maltrattamenti e lesioni aggravate

(ANSA) - ANCONA, 14 LUG - Schiaffi, calci e acqua gelata sulla convivente e la figlia per motivi di gelosia. È accaduto intorno all'una di notte, tra sabato e domenica, ad Ancona.
    Portate in ospedale, la donna ha riportato diverse contusioni e una frattura alla caviglia con prognosi di 40 giorni, mentre la figlia è stata medicata per contusioni guaribili in 7 giorni.
    Denunciato, l'uomo è stato arrestato per maltrattamenti su familiari e conviventi e lesioni personali aggravate e trasferito presso la casa circondariale di Montacuto.
    Ad intervenire, in un appartamento del quartiere Piano San Lazzaro, sono state due volanti della Questura dopo la chiamata di una donna in lacrime, chiusa in camera con la figlia, che diceva di essere stata picchiata dal convivente che le stava minacciando da dietro la porta. L'uomo, un sudamericano di 41 anni, si è calmato solo all'arrivo degli agenti che, notando il suo stato di ubriachezza e vedendo la figlia terrorizzata, lo hanno preso in custodia.
   

      RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

      Video ANSA


      Vai alla rubrica: Pianeta Camere