Racket della prostituzione, 7 fermati

Carabinieri Bergamo sequestrano beni immobili per 350mila euro

(ANSA) - BERGAMO, 20 SET - I carabinieri di Bergamo hanno sottoposto a fermo 7 persone e sequestrato immobili a Bonate Sopra e Seriate per un valore di 350 mila euro nell'ambito di un'operazione che ha stroncato un presunto racket della prostituzione: almeno dieci ragazze sarebbero state costrette a prostituirsi sulla provinciale 122 Francesca, tra Mornico e Calcinate.
    I malviventi avrebbero portato dalla Romania all'Italia le giovani donne per poi farle prostituire e farsi consegnare i loro guadagni, che in parte servivano a pagare le piazzole, gestite invece da alcuni albanesi. Con i carabinieri di Bergamo ha collaborato anche la polizia romena. Fermate sette persone in tutto, in Italia, Romania e Austria. La banda aveva anche acquistato immobili e terreni in Romania.
    Cinque romeni sono indagati anche perché ritenuti responsabili di reati quali usura, trasferimento fraudolento di valori, riciclaggio e impiego di denaro e beni di provenienza illecita.
   

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA


        Camera di Commercio di Milano
        Camera di Commercio di Milano
        Aeroporto Malpensa