Liguria P., no listino e 3 preferenze

Presentata una nuova proposta per nuova legge elettorale

Dopo M5S e Pd, anche Liguria Popolare propone una nuova legge elettorale "che avvicini il territorio alla classe politica, ampli la possibilità di scelta rispetto ai candidati, tuteli meglio la rappresentanza di genere e, infine, rimuova i cosiddetti 'nominati', premiati attraverso il listino. Il primo punto è l' abolizione del listino: "Liguria Popolare - dice Costa - è nato sul territorio, ha fatto proprio del radicamento il centro della propria attività politica e proprio per questo intendiamo misurarci con il giudizio diretto dei concittadini". La seconda novità è l'introduzione delle tre preferenze per la parità di genere: "Rispetto alle due preferenze - riprende Costa - questa opzione garantisce davvero le possibilità di scelta dell'elettore".
    Proposta anche l'abolizione dei collegi provinciali e l'istituzione di un collegio unico. Prevista una lista regionale di trenta candidati: la più votata ottiene 15 seggi più quello del presidente. Costa non esclude una sorta di premio di maggioranza.
   

      RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

      Video ANSA


      Vai alla rubrica: Pianeta Camere