Uccide moglie malata poi si suicida

Ha sparato mentre in casa c'era badante. Episodio alla Spezia

Ha ucciso la moglie sparandole e poi si è tolto la vita. Omicidio - suicidio in un appartamento in via Nazionale, nel centro della Spezia. L'uomo è un carrozziere in pensione di circa 75 anni, la moglie è una coetanea e sarebbe stata malata. Al momento del gesto in casa c'era una assistente familiare ora sotto choc. E' avvenuto in tarda mattinata. L'arma pare fosse detenuta legalmente. Sul posto è intervenuta la Polizia insieme al personale del 118. L'omicidio suicidio pare essere stato dettato proprio dal precario stato di salute di entrambi i coniugi. La donna, a quanto sembra, soffriva di alzheimer ed aveva bisogno dell'assistenza continua di una badante. Al marito da tempo avevano avevano diagnosticato un tumore e si sottoponeva a terapie. A quanto appreso, l'uomo ha atteso che la badante non fosse in stanza con loro per compire il suo piano. Sul posto è arrivato subito il figlio della coppia. In molti, nel quartiere, ricordano la coppia, con lui che spingeva la carrozzina con cui portava in giro la moglie.

Un uomo stimato e apprezzato l'ex carrozziere Giuseppe Gianfranceschi, protagonista dell'omicidio suicidio. La moglie e vittima è Rosanna Gentilini. Entrambi avevano 75 anni. L'uomo per compiere il suo piano ha atteso che la badante, una donna albanese che era con la coppia da cinque anni, si spostasse in cucina per preparare il pranzo. Sul posto, oltre alle forze dell'ordine e al 118, anche il Pm Monica Burani.
   

      RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

      Video ANSA


      Vai al Canale: ANSA2030
      Vai alla rubrica: Pianeta Camere



      Modifica consenso Cookie