Cassonetti a fuoco, Ama "atti criminali"

Ipotesi gesto doloso. Da inizio 2019 circa 330 bruciati

(ANSA) - ROMA, 20 SET - Sette cassonetti dei rifiuti in fiamme nella notte nel quartiere Gianicolense a Roma. E' accaduto poco prima delle 3 in via Luigi Zambarelli e in alcune strade limitrofe. Sul posto vigili del fuoco e poliziotti del commissariato Monteverde. Si ipotizzerebbe l'atto doloso.
    Danneggiata parzialmente anche un'auto. "Non si tratta solo di atti vandalici, ma di veri e propri comportamenti criminali che producono un danno grave a tutta la collettività", dice la Presidente di Ama, Luisa Melara. Ama provvederà al più presto a sostituire i cassonetti bruciati che però, essendo catalogati come rifiuti combusti, hanno bisogno di particolari accorgimenti per la rimozione. L'azienda, come fatto in altri casi accertati, presenterà denuncia contro ignoti alle Autorità competenti.
    Dall'inizio del 2019 ad oggi sono stati circa 330 i cassonetti bruciati e resi non fruibili, con punte di oltre 120 in VII municipio. Nel 2018 erano stati oltre 500. Il danno medio stimabile in un anno è di oltre 250 mila euro.
   

      RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

      Video ANSA


      Muoversi a Roma