Aggressione razzista a Roma, due arresti

Gridavano alla vittima, 'scimmia, vai via'

(ANSA) - ROMA, 9 LUG - Due italiani di 45 e 50 anni sono stati arrestati a Roma dai poliziotti della Digos per un'aggressione a un ragazzo del Gambia avvenuta lo scorso 17 giugno nel quartiere romano di San Lorenzo. A quanto ricostruito, lo avrebbero preso a calci e pugni, urlandogli frasi razziste dopo che la vittima era entrata in un locale chiedendo da bere. La Digos ha eseguito stamattina le due misure cautelari.
    "Scimmia, negro di m.., devi andare via non ti vogliamo qui".
    Così Andrea Chilelli, 45 anni e Ivano Vitti, 50 anni, gli arrestati, si rivolgevano alla vittima. La frase è citata nell'ordinanza di custodia cautelare firmata dal gip Tamara De Amicis. Il giudice scrive nel motivare le esigenze cautelari che "l'aggravante dell'odio razziale è evidenziata dalle parole pronunciate all'indirizzo del ragazzo di colore". I due uomini arrestati sono vicini agli ambienti dell'estrema destra romana.
   

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA


        Vai alla rubrica: Pianeta Camere
        Muoversi a Roma