Cirio (Piemonte), l'Ue faccia la sua parte su caro-bollette 

Non solo programmi strutturali ma sostegno immediato 

Redazione ANSA

BRUXELLES - Il presidente della Regione Piemonte Alberto Cirio chiede all'Unione europea "di fare la sua parte anche in termini di sostegno immediato a quello che è il caro-bollette". Ne ha parlato nel corso di un incontro con la stampa a Bruxelles per annunciare il via libera arrivato oggi al Fesr regionale 2021-2027. Sulla transizione energetica l'Ue sta intervenendo su programmi strutturali, ha spiegato, ma "è necessario un momento di transizione e in tale momento di transizione le bollette devono essere pagate. Non si possono lasciare da sole le imprese, le famiglie e gli enti pubblici - ha detto Cirio -. Ecco il motivo di una richiesta corale delle Regioni a livello europeo. Credo che come è stato fatto sul covid l'Europa debba fare la sua parte", con un "intervento straordinario".

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
Ultimo aggiornamento: