L'inflazione vola al 10% a settembre, nuovo record

Gentiloni, contenere l'inflazione senza uccidere la crescita 

Redazione ANSA

BRUXELLES - A settembre il tasso annuo d'inflazione nell'Eurozona ha fatto segnare l'ennesimo record passando dal 9,1% di agosto al 10%. Lo ha reso noto Eurostat in base alla prima stima flash.

A determinare un'inflazione a due cifre è stato principalmente il rincaro dei prezzi dell'energia che ha raggiunto il 40,8% contro il 38,6% di agosto.

Nel settore degli alimenti e del tabacco l'incremento dei prezzi è stato dell'11,8%, in quello dei prodotti non energetici si è fermato al 5,1% e al 4,3% per i servizi. A livello di singoli Paesi sono sempre i tre baltici a far registrare i livelli più alti d'inflazione, arrivata al 24,2% in Estonia, al 22,5% in in Lituania e al 22,4% in Lettonia. Seguono Olanda (17,1%), Slovacchia (13,6%) e Grecia (12,1).

E il commissario europeo per l'Economia, Paolo Gentiloni, commentando la stima flash di Eurostat, scrive su Twitter: "L'inflazione a settembre raggiunge il 10% nella zona euro. Differenze tra Paesi, dal 6 al 24%. La sfida è comune: contenere l'inflazione senza uccidere la crescita".

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
Ultimo aggiornamento: