Unicef, su crisi alimentare non c'è tempo da perdere

Messaggio per la Giornata mondiale dell'Alimentazione

Redazione ANSA ROMA
(ANSA) - ROMA, 16 OTT - "Chiediamo ai partner umanitari e dello sviluppo di raddoppiare, come minimo, il loro sostegno finanziario per aiutare a combattere la malnutrizione infantile e di impegnarsi nelle soluzioni efficaci": lo si afferma in una dichiarazione congiunta del direttore generale dell'Unicef, Henrietta Fore e del Ceo della Eleanor Crook Foundation, William Moore, diffusa in occasione della Giornata mondiale dell'Alimentazione.

"Insieme, abbiamo la volontà politica, le competenze e le risorse per eliminare la malnutrizione acuta e invertire questa crisi. Insieme, possiamo mettere ogni bambino su un percorso di buona nutrizione. Non c'è tempo da perdere", aggiunge la nota, in cui si ricorda che "149 milioni di bambini sotto i cinque anni hanno una crescita e uno sviluppo ridotti, e almeno 45 milioni soffrono di malnutrizione acuta, la più pericolosa per la vita. Due terzi dei bambini piccoli non ricevono ancora una dieta diversificata minima di cui hanno bisogno per crescere bene. Senza un'azione urgente, altri 9 milioni di bambini potrebbero soffrire di malnutrizione acuta entro il 2022".

"Nessun bambino dovrebbe morire per malnutrizione quando abbiamo gli strumenti per evitarla - prosegue la nota. Le soluzioni per prevenire, individuare e trattare precocemente la malnutrizione infantile sono ben note. Con i giusti impegni politici, gli investimenti nei programmi e le partnership, possiamo porre fine alla malnutrizione". (ANSA).

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
Ultimo aggiornamento: