Nuovi bus e abbonamenti gratis, piano Philip Morris a Bologna

Prima volta in Italia, azienda finanzia trasporto pubblico

Due nuove linee miste bus-treno per raggiungere il posto di lavoro e abbonamenti per il trasporto pubblico forniti all'intero personale dipendente. Tutto a carico dell'azienda. È il progetto messo a punto a Bologna da Philip Morris, istituzioni, Trenitalia e Tper, l'azienda di trasporto pubblico. Si tratta del primo caso del genere in Italia: "La realizzazione di questo piano di mobilità integrata sottolinea l'importanza strategica che riveste per noi la sostenibilità ambientale e conferma il nostro impegno per aumentare il benessere delle nostre persone", ha sottolineato l'ad di Philip Morris Bologna, Oleksiy Lomeyko.

Nel dettaglio, sono due le nuove linee di trasporto pubblico introdotte. La prima prevede treni ogni giorno da Bologna Centrale alla stazione di via Lunga a Valsamoggia, dove il bus 676 porterà allo stabilimento, distante pochi chilometri. La seconda va da Bologna Centrale ad Anzola, dove il tragitto verso l'azienda sarà coperto dalla linea 677. In entrambi i casi, per la prima corsa alle 5 del mattino, è stata prevista un linea di bus direttamente dalla stazione di Bologna. La distribuzione dell'abbonamento gratuito riguarderà oltre duemila persone e l'obiettivo è più ambizioso: nei prossimi mesi si studierà la possibilità di coinvolgere nel progetto anche le altre aziende che si trovano nella stessa area industriale di Philip Morris.

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA


        Vai alla rubrica: Pianeta Camere
        Aeroporto di Bologna