Emilia-Romagna
  1. ANSA.it
  2. Emilia-Romagna
  3. Mostre: statuette presepi storici della tradizione bolognese

Mostre: statuette presepi storici della tradizione bolognese

Fino al 9/1 a Casa Saraceni, sede Fondazione Cassa di Risparmio

(ANSA) - BOLOGNA, 22 DIC - Casa Saraceni, sede della Fondazione Cassa di risparmio in Bologna, presenta al pubblico fino al 9 gennaio la tradizionale esposizione della raccolta di statuette da presepio dei secoli XVIII-XIX, acquisite nel 2007 sul mercato antiquario dalla Fondazione, che ne ha scongiurato lo smembramento e la dispersione. Le statuette rivestite da vivace e brillante policromia, realizzate in terracotta da artisti bolognesi nella seconda metà del Settecento e agli inizi dell'Ottocento, provengono da collezioni storiche bolognesi, in particolare da quelle della famiglia Baiesi e della famiglia Zacchia-Rondinini. In origine davano vita a diversi presepi, come indicano la varietà delle dimensioni, le differenti tecniche esecutive e l'oscillante profilo qualitativo. Agli inizi del Novecento furono rese celebri dagli interventi critici pionieristici dello storico dell'arte Francesco Malaguzzi Valeri.
    A questo genere di produzione, apparentemente minore, si applicarono anche importanti scultori e plasticatori, come Giuseppe Maria Mazza, Angelo Piò e il figlio Domenico, Filippo Scandellari e Giacomo De Maria. Tra le caratteristiche presenze popolari che animano il presepio - in cui si muovono pastori, artigiani, contadini, massaie, angeli e zampognari, ma anche animali da cortile e bestie da soma - sono riconoscibili figure peculiari della tradizione bolognese, come il "dormiglione". Su tutti risaltano i re magi, per il lusso dei costumi esotici e le cavalcature trattenute per le briglie dai paggi. (ANSA).
   

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA



        Vai al Canale: ANSA2030
        Vai alla rubrica: Pianeta Camere
        Aeroporto di Bologna



        Modifica consenso Cookie