Forlì-Cesena, terremoto di magnitudo 3.7 con epicentro a Premilcuore

Avvertita in Appennino e Toscana, altra scossa dopo mezzanotte di 3.6

Una scossa di terremoto di magnitudo 3.7 è stata registrata sabato 17 agosto alle 18.52 nella provincia di Forlì-Cesena, con epicentro a 7 chilometri da Premilcuore e a 9 da Santa Sofia. Il terremoto è stato localizzato dalla sala sismica dell'Ingv a una profondità di 6 chilometri. Due minuti dopo è stata rilevata un'altra scossa, di magnitudo 2.9. Molte persone hanno segnalato sui social di aver avvertito le scosse, soprattutto in Appennino, ma anche in Toscana. Poco dopo mezzanotte l'Ingv ha registrato una nuova scossa di magnitudo 3.6 con lo stesso epicentro.

Un piccolo "boato" accompagnato da una scossa di breve durata e un po' di paura tra le persone, uscite di casa, ma non si segnalano danni a cose o persone dopo la scossa di 3.7, seguita da altre di magnitudo minore, con epicentro a Premilcuore. Alla Protezione civile regionale non risultano segnalazioni particolari.

"Siamo allertati - dice all'ANSA Sauro Baruffi, vice sindaco di Premilcuore e assessore con delega a protezione civile e ambiente - ma per ora non ci sono segnalazioni di problemi a immobili". "La scossa è stata forte, la gente si è riunita in piazza - ha aggiunto - ma al momento siamo tranquilli".

Daniele Valbonesi, sindaco di Santa Sofia, altro comune vicino all'epicentro, spiega all'ANSA di aver sentito "un boato", "abbiamo ricevuto qualche telefonata, messaggi, ma ora la paura è rientrata".

    RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

    Video ANSA


    Vai alla rubrica: Pianeta Camere
    Aeroporto di Bologna