Torna sentiero del '500 nel parco di villa Strozzi a Firenze

Itinerario di unico valore paesaggistico e architettonico

Redazione ANSA FIRENZE

FIRENZE - Verrà riscoperto domenica 29 maggio a Firenze, nel parco pubblico di Villa Strozzi, sulla via Pisana, un sentiero del '500 che veniva percorso abitualmente da Giovan Battista Strozzi, detto il Vecchio, con la consorte Marietta Altoviti. L'antico 'Cammino boscoso degli Strozzi' - nobile famiglia fiorentina che fu di mercanti, guerrieri, diplomatici, e che per lunghe fasi ebbe incarichi pubblici a Firenze e che si oppose ai Medici - è un itinerario da un'ora e mezzo con valenza architettonica e ambientale. Si snoda fra vialetti, camminamenti, sculture, arredi in pietra tra lecci secolari e profumi di piante in fiore.
    Il recupero è stato curato da Francesco Romolini, esperto di verde storico incaricato dal Munar, il Museo della Narrazione cui si deve il rilancio del parco con questa iniziativa. Sono state riordinate le specie arbustive e ricompattato il suolo per offrire al pubblico un sentiero facile da percorrere. Prima tappa del percorso sarà il prato dell'Osservatorio con pratoline, margherite dai fiori gialli, ranuncoli, veroniche, malva, le bocche di leone e i non-ti-scordar-di-me; e ancora calendule, narcisi e cipollacci, oltre alle più frequenti erbe dei prati come il loglietto, l'erba mazzolina, la gramigna e le immancabili festuche.
    La seconda tappa toccherà il 'Ponte a strisce', opera di grande prestigio architettonico di Giuseppe Poggi nel suo intervento di ristrutturazione ottocentesco della villa. Poggi, oltre agli accessi moderni (era il 1855) per le carrozze volle anche la piantumazione di numerose specie arboree esotiche quali magnolie, cedri e l'acero americano. I sentieri furono ridisegnati e lo stesso ponte fece la sua comparsa per favorire l'ingresso alla Chiesa di San Bartolomeo di Monte Oliveto, già patrimonio Unesco, e un disegno in stile "grandeur" del tracciato sentieristico del parco.
    La terza e ultima tappa si concluderà al portone che separa il parco di Villa Strozzi dal giardino della Chiesa, non prima di essersi inoltrati tra lecci secolari, siepi di bosso, spirea, azzarolo, lauroceraso, berberis, viburno e alloro. Il ritrovo con le guide è alle ore 18 al cancello d'ingresso di via Pisana.
    L'ingresso è libero. 
   

 RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
Modifica consenso Cookie