Storia del Duomo di Siena da '200 a '900 con disegni e foto

Fino al 7 gennaio mostra lo illustra con documenti e opere

Redazione ANSA SIENA

(ANSA) - SIENA, 07 DIC - Una cospicua selezione di disegni, manoscritti, documenti di archivio, fotografie rivela come dal '200 alla metà del secolo scorso il Duomo di Siena sia stato osservato, interpretato e proposto da pittori, disegnatori, incisori e fotografi. Questa l'esposizione temporanea 'L'immagine del Duomo di Siena: 1223 - 1944' inaugurata oggi e visitabile fino al 7 gennaio. La rassegna si sviluppa in due luoghi significativi: la Cripta, racchiusa tra il Battistero e l'antico presbiterio, cuore pulsante della Cattedrale, e la sala del Palazzo Arcivescovile, straordinariamente aperta a tutti. La mostra si suddivide in nove sezioni e prende in esame l'esterno della Cattedrale, le processioni, l'interno del Duomo, la Libreria Piccolomini, la Confessione, Il Battistero e la Scalinata di San Giovanni, le piazze e i palazzi intorno al Duomo, i restauri, le guide e i libri sul Duomo di Siena. In sostanza presenta, attraverso delle vedute, l'evoluzione della Cattedrale. L'esposizione temporanea, a cura di Alessandro Leoncini e Chiara Nencini, fa parte del percorso del Complesso Monumentale del Duomo di Siena insieme alla Cattedrale, alla Libreria Piccolomini, al Museo dell'Opera, al Panorama dal Facciatone, al Battistero e, appunto, alla 'Cripta' e straordinariamente alla sala aperta di Palazzo Arcivescovile.
    'L'immagine del Duomo di Siena: 1223-1944' è promossa dall'Opera della Metropolitana con la partecipazione dell'Arcidiocesi di Siena - Colle di Val d'Elsa - Montalcino e la collaborazione della Soprintendenza Archeologia, Belle Arti e Paesaggio per le province di Siena, Grosseto, Arezzo e di Opera Laboratori.
    (ANSA).
   

 RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
Modifica consenso Cookie