Trexenta Experience, fine settimana col turismo "lento"

In nove centri tra archeologia e degustazioni

Redazione ANSA CAGLIARI

(ANSA) - CAGLIARI, 18 NOV - Un viaggio lungo due mesi che si sviluppa in varie tappe e coinvolge gli abitati di Senorbì, Ortacesus, Siurgus Donigala, Pimentel, Suelli, Guasila, Gesico, Selegas e Guamaggiore.
    Al via "Trexenta Experience" il progetto dell'Unione dei Comuni della Trexenta dedicato alla valorizzazione delle risorse archeologiche per un turismo "lento" che fa leva su cultura, religione e tradizione.
    Tutti gli eventi proposti sono gratuiti e si inseriscono nel cartellone delle manifestazioni del turismo esperienziale dell'Assessorato regionale del turismo.
    Il primo appuntamento è fissato per sabato 19 a Senorbì e Ortacesus: il benvenuto sarà dato rispettivamente nelle necropoli di Monte Luna e Mitza de Siddi. Gli organizzatori, con il supporto delle cooperative locali Sa Domu Nosta e Su Corongiu, inviteranno i partecipanti a laboratori del gusto e ad assaggiare prodotti locali tra pane, formaggio, fregula e vino.
    Magari dopo aver assistito alla preparazione dei piatti tipici del territorio.
    A Senorbì si parte con la colazione a base di dolci tipici, pistoccus e torte. Poi visita al Museo Civico Archeologico "Sa Domu Nosta". Poi degustazione guidata con olio su bruschette di pane, formaggi e culurgiones.
    Pomeriggio a Ortacesus con visita alla necropoli di Mitz'a de Siddi. Quindi laboratorio sulla preparazione del pane tipico e del formaggio e altre iniziative sino all'aperitivo di chiusura con degustazione del pane appena sfornato e formaggi. (ANSA).
   

 RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
Modifica consenso Cookie