A Savona la terra di Lorenzini che diventa arte

Al Museo della ceramica 150 opere di cui 22 inedite

Redazione ANSA SAVONA

(ANSA) - SAVONA, 27 OTT - "Lorenzini Scultore della Terra. Da Savona al mondo" è il titolo della prima mostra pubblica dedicata al maestro savonese nella sua città natale. Contiene 150 opere, tra cui 22 sculture inedite realizzate in piena pandemia: la più grande mostra antologica realizzata su questo artista. Ed è anche "la più ampia mostra dedicata a un'artista contemporaneo a Savona - spiega Luciano Pasquale, presidente di Fondazione De Mari - L'obiettivo è quello di andare oltre i confini, è una mostra importante per tutta Italia".
    Lorenzini vanta una lunga esperienza maturata nei più importanti e prestigiosi centri di produzione ceramica del mondo, da Albisola a Faenza, da San Francisco alla Cina e al Giappone. La mostra racconta la sua poetica: "Per me è sempre stato importante fissare un modo d'essere - spiega Lorenzini - E' stato un lavoro di gioia e fatica: non può esserci la gioia senza la fatica, ovvero il percorso che conduce all'opera finita".
    "Questa è l'occasione per celebrare una grande figura e un amico - aggiunge Nicoletta Negro, assessore alla cultura del Comune di Savona - un artista locale che qui fonda le radici e lavora ma che quando va in giro per il mondo porta sempre con sé la sua provincia. Se cresce Savona cresce tutto il comprensorio savonese, continua spedito il nostro percorso per valorizzare gli aspetti culturali del nostro territorio".
    L'esposizione sarà visitabile da domani venerdì, 28 ottobre, fino al 27 febbraio 2023. Il progetto è a cura di Luca Bochicchio e di Daniele Panucci, è stato realizzato da Fondazione Museo della Ceramica di Savona, con il supporto della Fondazione De Mari Savona, la compartecipazione della Camera di Commercio Riviere di Liguria e il patrocinio del Comune di Savona e del Comune di Loano. (ANSA).
   

 RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
Modifica consenso Cookie