A Bertinoro la Festa dell'Ospitalità

Dal 29 agosto al primo settembre tra spettacoli e degustazioni

Redazione ANSA BERTINORO (FORLÌ

BERTINORO (FORLÌ-CESENA) - Bertinoro fa rivivere la Festa dell'Ospitalità, un'antica tradizione che si ripete dal 1926 e che affonda le radici undici secoli fa (correva l'anno 995). Appuntamento dal 29 agosto al primo settembre con rievocazioni storiche, spettacoli, concerti, degustazioni, mostre, escursioni per conoscere il territorio e le sue tipicità. Tema della 93/a edizione: 'Di Rocca in Rocca, La Romagna dello spungone', la valorizzazione della particolare roccia tufacea (lo spungone, appunto) che forma le colline di questo pezzo di Romagna, crea panorami di grande suggestione e contribuisce alla qualità delle produzioni vinicole.
    Tra gli eventi di punta il Rito dell'Ospitalità, quando gli ospiti della festa scelgono le buste presenti nella Colonna dell'Ospitalità in centro storico e pranzano a casa dei bertinoresi (primo settembre). E ancora, il momento conviviale della cena della vendemmia in piazza della Libertà (29 agosto), la presentazione dell'opera della Festa dell'Ospitalità firmata dall'artista Felice Nittolo, e la consegna del premio 'Ermete Novelli', di cui quest'anno ricorre il centenario della morte, al celebre attore teatrale Glauco Mauri (31 agosto).
   

 RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA