Mostre: a Ottawa grande Nord degli impressionisti canadesi

Percorso colma lacuna su storia del movimento europeo

Redazione ANSA ROMA

(ANSA) - ROMA, 26 GEN - L'emozionante pittura dell'attimo fuggente applicata alla luce e ai paesaggi incomparabili del Grande Nord: si intitola "Canada and Impressionism: New Horizons" la grande mostra in programma dal 24 gennaio al 24 maggio alla National Gallery of Canada di Ottawa, realizzata in collaborazione con il Kunsthalle di Monaco, il Musée Fabre di Montpellier e la Fondation de l'Hermitage. Il percorso testimonia il talento e la versatilità degli artisti canadesi - tutti rimasti pressoché sconosciuti fuori dai confini nazionali - nonché il loro contributo al movimento impressionista: l'obiettivo è colmare le lacune presenti nella storia dell'impressionismo mondiale attraverso il racconto della vicenda di questi artisti che, mentre risiedevano in Francia durante gli studi e viaggiavano attraverso l'Europa, e ispirandosi ai maestri francesi - tra cui Monet, Renoir, Pissarro e altri - riuscirono a creare un proprio personale approccio alla pittura. Nella mostra, a cura di Katerina Atanassova, sono esposti circa 120 dipinti firmati da 35 artisti canadesi, provenienti da collezioni pubbliche e private del Canada e di altri Paesi, tra cui anche una selezione di opere di importanti pittrici, come Mary Bell Eastlake, Emily Carr, Prudence Heward and Sophie Pemberton. (ANSA).
   

 RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
Modifica consenso Cookie