Estate di musica e vino ad Argiano

Al via il festival barocco tra degustazioni e visite guidate

Redazione ANSA SIENA

di Ida Bini (ANSA) - SIENA, 19 AGO - La prestigiosa cantina Argiano, a sud di Montalcino, ospita dal 20 agosto al 17 settembre la prima edizione del festival di musica barocca "Argiano Baroque Music Festival". Nella suggestiva corte della villa cinquecentesca della storica azienda vinicola si potrà assistere a cinque concerti di rinomati ensemble internazionali. Per motivi d'emergenza sanitaria solo cento sono gli ospiti che potranno accedere alla location, dall'acustica perfetta, per assistere al concerto. «Abbiamo pensato a una rassegna che facesse riscoprire il gusto per la grande musica barocca ascoltata in un contesto ideale, quello della villa di Argiano» ha commentato Antonio Artese, direttore artistico del festival. «Il Barocco in musica è noto per la sua estetica e per voler stupire l'ascoltatore.
    Il festival intende ripercorrere questa tradizione offrendo al pubblico cinque serate "meravigliose" con programmi raffinati, con l'opportunità̀ di godersi un aperitivo con vini di eccellenza e di passare qualche ora immersi nella bellezza mozzafiato delle terre del Brunello», ha concluso il Maestro.
    In effetti ascoltare musica in un territorio così generoso di bellezza e tradizioni è un'esperienza unica ed emozionante. E' un omaggio all'arte e alla storia di vini prestigiosi e a un paesaggio che il mondo ci invidia, con i filari di cipressi che disegnano le colline ricoperte di vigneti e i minuscoli borghi medievali che ne nascondono la storia tra le pietre.
    Prima dei concerti Argiano offrirà una degustazione dei suoi vini e la possibilità di scoprire la propria storica cantina, recentemente restaurata, con visite private da prenotare al sito: www.argianomusicfestival.com Il Festival offre anche la possibilità di riscoprire e visitare le città di Siena e Pienza e, ad appena 10 chilometri da Argiano, il fiabesco borgo di Montalcino con la sua possente cinta muraria e l'antico castello. E, ovviamente, di godere della bellezza delle colline senesi della Val d'Orcia. (ANSA).
   

 RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
Modifica consenso Cookie