Parmigiano Reggiano, vendite totali crescono del 2,4%

Nei mercati internazionali registrato incremento dell'1,6%

Redazione ANSA ROMA
(ANSA) - ROMA, 14 LUG - Nel primo semestre 2022 il Consorzio del Parmigiano Reggiano ha registrato, rispetto al primo semestre 2021, un incremento delle vendite totali pari al 2,4% (68.461 tonnellate vs 66.884 tonnellate), con un aumento dei volumi anche nei mercati internazionali che crescono dell'1,6% (29.215 tonnellate vs 28.751). Lo rende noto l'organismo di tutela del formaggio Dop. Il 2021 era stato chiuso con un giro d'affari al consumo pari a 2,7 miliardi di euro. Il report economico segnala che le vendite nel mercato italiano sono crescite di +2% (27.435 tonnellate vs 26.887), "grazie alla ripresa del canale della ristorazione e delle vendite dirette che aumentano del 4% (8.242 tonnellate vs 8.100 tonnellate)".

Una nota informa che il Consorzio Parmigiano Reggiano cresce soprattutto nei mercati internazionali: la Spagna registra un +14,7% (656 tonnellate vs 572 tonnellate del primo semestre 2021), gli Stati Uniti segnano un +12,6% (7.170 tonnellate vs 6.366 tonnellate) e la Francia un +8,3% (6.033 tonnellate vs 5.570). Buoni i risultati anche oltreoceano con il Giappone che cresce del 79,6% (445 tonnellate vs 248) e l'Australia che segna un +57,9% (290 tonnellate vs 184 tonnellate). Il Consorzio di tutela ufficializza che nella giornata di ieri il ministero delle Politiche agricole ha approvato il Piano di regolazione dell'offerta del Parmigiano Reggiano Dop per il triennio 2023-2025 che entrerà in vigore il 1 gennaio 2023. Il Piano Regolazione Offerta- specifica il Consorzio- è uno strumento previsto dal Regolamento (Ue) N. 261/2012 e ha l'obiettivo di definire le modalità di gestione dell'offerta di Parmigiano Reggiano al fine di adeguarla alla domanda. (ANSA).

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
Modifica consenso Cookie