Dazi: Parmigiano Reggiano si allea con catena Whole Foods

Iniziative per aiutare i consumatori a 'distinguere' la Dop

Redazione ANSA BOLOGNA

(ANSA) - BOLOGNA - Aiutare i consumatori americani, canadesi e britannici a distinguere il Parmigiano Reggiano da prodotti similari e 'difendersi' anche dai dazi Usa: è l'obiettivo per cui il consorzio della Dop italiana ha stretto un accordo con il colosso della distribuzione a stelle e strisce Whole Foods, catena specializzata in prodotti sani e naturali comprata due anni fa da Amazon.

L'intesa, spiega il consorzio del Parmigiano Reggiano, prevede azioni concrete per spingere le vendite della Dop: eventi, marketing diretto e materiali informativi nei punti vendita di Whole Foods che sono oltre 500 tra Usa, Canada e Regno Unito. Tre Paesi che rientrano nella 'top 5' dei maggiori importatori di Parmigiano Reggiano al mondo: gli Stati Uniti (con 10.439 tonnellate) rappresentano il secondo mercato export dopo la Francia, il Regno Unito (6.940 tonnellate) è il quarto mercato export, il Canada (3.030 tonnellate) è il quinto.

"L'accordo con Whole Foods - afferma il presidente del consorzio, Nicola Bertinelli - non ha precedenti nella storia dei prodotti Dop europei. Questa azione, in concerto con la lotta alla contraffazione e all'Italian Sounding, ci consentirà di fare cultura di prodotto". Inoltre, aggiunge, "l'accordo ha anche una portata più ampia: nello scenario attuale, sul quale pesano i dazi di Trump, una delle più note catene americane sceglie di stare dalla parte del Parmigiano Reggiano per assicurare la massima qualità e informazione su un prodotto che ancora una volta si conferma unico e inimitabile".(ANSA).

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
Modifica consenso Cookie