Chef Romito, la grandezza della cucina italiana nasce da un semplice cavolfiore

L'anno prossimo nuova apertura con Bulgari, sarà a Parigi

Redazione ANSA ROMA

ROMA - ''Il tris, essere per tre anni consecutivi al vertice della guida Ristoranti d'Italia del Gambero Rosso, è un importante successo che consolida tutto il lavoro che stiamo facendo come Sistema Niko Romito''. Così lo chef e imprenditore abruzzese Niko Romito dopo il riconoscimento delle Tre Forchette della 30/a edizione della guida diretta da Laura Mantovano e da quest'anno curata da Antonio Paolini e Valentina Milano.

Per Romito ''il lavoro in cucina è fatto di ingredienti semplici, ma anche di tecnologia che deve saper restituire l'essenza della materia prima. La grandezza della cucina italiana parte dalla semplicità e gusto autentico di un cavolfiore per creare emozioni ed esperienze memorabili''.

''All'estero - ha sottolineato - la cucina italiana è tra le più richieste, insieme a quella orientale. Negli alberghi di lusso non si può prescindere dal proporre un ristorante italiano. Con Bulgari - ha annunciato Niko Romito - dopo il successo delle prime tre piazze all'estero, apriremo il prossimo anno a Parigi. Nel cuore della città che è nell'animo e nella cultura gastronomica mondiale. Tuttavia, - ha osservato lo chef - dobbiamo svecchiare l'immagine della cucina italiana.

All'estero se ne conosce solo una parte ed è quella portata fuori negli anni Ottanta. Dobbiamo comunicare la cucina più contemporanea. Ci viene riconosciuto un patrimonio di convivialità e di servizio accogliente. Dobbiamo conquistare nuovi mercati con una cucina di alta qualità e un approccio al servizio in sala informale, ma non per questo meno professionale''.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA