Chef Berton, in 30 anni cucina cambiata in positivo

A Milano c'è grande fermento,dal mondo vengono qui i trendsetter

Redazione ANSA ROMA

(ANSA) - ROMA  - ''La cucina italiana negli ultimi 30 anni è cambiata in positivo, e a Milano c'è grande fermento e un'offerta di ristorazione varia, impensabile solo otto anni fa.
Oggi è tenuta in considerazione dai Paesi esteri che vengono da noi per vedere le nuove tendenze. E questo grazie a noi chef, agli investitori, e all'amministrazione''. E' quanto sottolineato dallo chef Andrea Berton, patron dell'omonimo ristorante a Milano oggi premiato dal Gambero Rosso con le "Tre Forchette", fa il punto in occasione del trentennale della Guida Ristoranti d'Italia 2020 del Gambero Rosso, che premia Milano con molti riconoscimenti. Ad esempio le "Tre Forchette" a Cracco, oggi presente alla premiazione, Seta del Mandarin Oriental Milano con il ristorante diretto da Antonio Guida, Enrico Bartolini Mudec Restaurant, e appunto Berton.

''Per far la differenza - sottolinea - parlo la lingua della qualità. Bisogna sempre rispettare il cliente, a prescindere dalla tipologia della somministrazione. Bisogna essere costanti, presenti, e soprattutto aggiornati perché su quello che il cliente vuole in quel momento. Ma in ristorante non può mancare la piacevolezza, il benessere, lo star bene. Bisogna perciò curare il servizio con attenzione ai dettagli. Fondamentale è la sala, e benvenga l'attenzione rivolta dalla guida diretta da Laura Mantovano, con Antonio Paolini e Valentina Marino, per l'accoglienza e la sala.

Ai ragazzi che volessero cimentarsi nella ristorazione e nell'accoglienza non posso che raccomandare grande umiltà, spirito di impegno, e il mio segreto: lavorare, lavorare, lavorare''.(ANSA).

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA